Servizi > Sportello Polifunzionale > Residenza, certificazioni e documenti > Residenza

Nuova residenza: per chi proviene da altro Comune o dall’Estero

Il cittadino che stabilisce la dimora abituale nel Comune di Cinisello Balsamo ha l’obbligo di DENUNCIARE la nuova residenza

Deve PRESENTARE LA DOMANDA allegando tutta la documentazione necessaria (vedi sotto)

COME

SOLO SU APPUNTAMENTO a Punto in Comune, Polifunzionale
clicca sull’immagine per prenotare l’appuntamento

oppure

TRAMITE INVIO con:

  • posta elettronica semplice: residenze@comune.cinisello-balsamo.mi.it firmando e allegando i moduli necessari in PDF
  • posta elettronica certificata del dichiarante (PEC): comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it
  • raccomandata AR da inoltrare all’Ufficio Anagrafe del Comune di Cinisello Balsamo

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE

La domanda deve contenere tutti i dati obbligatori previsti

PDF - 36.4 Kb
Domanda di residenza
PDF - 11 Kb
Dichiarazione del proprietario dell’alloggio - Allegato 2
PDF - 74.6 Kb
Dichiarazione Tari

Per informazioni sulla compilazione del modello Tari:
mail: tributi@comune.cinisello-balsamo.mi.it
tel: 0266023828 lun - ven 9,00/12,00 e mercoledì 9.00/13,00-14,00/18,20.

Per informazioni sulla modalità di calcolo della tariffa consultare la pagina Tari

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE

  • copia del documento di identità e del codice fiscale del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente; se maggiorenni, devono firmare anche loro il modulo di richiesta;
  • copia dell’atto che dimostri la titolarità dell’alloggio regolarmente registrato: rogito o contratto d’affitto oppure autocertificazione (vedi allegati)
  • la fotocopia della patente di guida italiana, se in possesso;
  • i proprietari di motoveicoli, autoveicoli, camper devono allegare fotocopia del libretto di circolazione.
  • nel caso in cui nell’appartamento sia già presente altra o più persone occorre presentare la dichiarazione di convivenza o abitazione firmata dal capo famiglia (intestatario scheda), vedi allegato.
    PDF - 31.7 Kb
    Autocertificazione dichiarazione convivenza o coabitazione

Per coloro che entrano in una convivenza militare, religiosa o sanitaria, la dichiarazione è di competenza del Capo-convivenza; può essere presentata dall’interessato con allegata comunicazione scritta dal Capo-convivenza.

PER I CITTADINI APPARTENENTI ALL’UNIONE EUROPEA

oltre ai documenti sopra scritti è necessario presentare

Cittadino lavoratore subordinato o autonomo documentazione comprovante la qualità di lavoratore subordinato o autonomo: contratto di lavoro e ultima
busta paga o “Lav Unificato” o bollettini INPS per lavoro subordinato; iscrizione alla Camera di Commercio o attribuzione della Partita IVA per lavoro autonomo
Cittadino titolare di risorse economiche sufficienti al soggiorno (non lavoratore) • autodichiarazione del possesso di risorse economiche sufficienti per non diventare un onere a carico dell’assistenza sociale dello Stato;

  • copia di un’assicurazione sanitaria che copra i rischi sanitari sul territorio nazionale, valida per almeno un anno, oppure copia di uno dei seguenti formulari rilasciati dallo Stato di provenienza: E106, E120, E121 (o E 33), E109, (o E37);
Cittadino studente (non lavoratore) • autodichiarazione del possesso di risorse economiche sufficienti per non diventare un onere a carico dell’assistenza sociale dello Stato

  • copia di un’assicurazione sanitaria che copra i rischi sanitari sul territorio nazionale e valida per almeno un anno o almeno pari al corso di studi o di formazione professionale, se inferiore all’anno o formulario comunitario
Familiare UE di cittadino di cui ai punti precedenti • documenti legalizzati che indichino la parentela

  • occorre essere parente di un lavoratore che disponga per se stesso e per i propri familiari di risorse economiche sufficienti al soggiorno

PERI I CITTADINI EXTRACOMUNITARI

oltre ai documenti sopra scritti è necessario presentare

  • Permesso di Soggiorno in corso di validità, se in corso di rinnovo ricevuta del bollettino pagato come prova della avvenuta richiesta di rinnovo.
  • In caso di attesa del primo permesso di soggiorno si deve produrre copia del documento comprovante i motivi dell’ingresso in italia (lavoro subordinato, ricongiungimento familiare) e ricevuta dei pagamenti effettuati per la richiesta del permesso di soggiorno.
ATTENZIONE Il cittadino proveniente da uno Stato estero, ai fini della registrazione in anagrafe del rapporto di parentela con altri componenti della famiglia, deve allegare la relativa documentazione, in regola con le disposizioni in materia di traduzione e legalizzazione dei documenti.

TEMPI DI RILASCIO E COSTI

L’ufficio anagrafe provvede a registrare le variazioni entro i 2 giorni lavorativi successivi alla data di presentazione delle dichiarazioni medesime.
Nei 45 giorni complessivi dovrà essere accertata la sussistenza dei requisiti previsti per l’iscrizione, mediante verifica della Polizia Locale.
Trascorsi i quali, salvo comunicazione diversa, l’iscrizione si intende confermata.
La procedura non comporta costi di nessun tipo.

In caso di dichiarazioni mendaci

Alle dichiarazioni non veritiere accertate si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000 per le conseguenze penali e la decadenza dei benefici acquisiti.
In caso di non rispondenza tra la dichiarazione resa e lo stato di fatto accertato verrà ripristinata la posizione anagrafica precedente alla dichiarazione resa.

Ricorsi

Per la mancata iscrizione nei termini previsti dalla normativa vigente, il dichiarante può proporre ricorso in forma scritta al Dirigente responsabile:
Dott.ssa Marina Lucchini
Comune di Cinisello Balsamo, via XXV Aprile, 4 - 20092, Cinisello Balsamo (MI)

Contro l’annullamento della richiesta di residenza è ammesso ricorso al Prefetto entro 30 giorni dalla notifica.

Per i cittadini U.E. contro l’annullamento della richiesta di residenza è ammesso ricorso anche al Tribunale ordinario di Monza.

Normativa di riferimento

Legge n. 1228 del 24 Dicembre 1954: Ordinamento delle anagrafi della popolazione residente.
Decreto del Presidente della Repubblica 30.05.1989 n. 223: Approvazione del nuovo regolamento anagrafico della popolazione residente.
Art. 5 del Decreto Legislativo 09/02/2012, n. 5, convertito in L. 04/04/2012 n. 35: Pacchetto Semplificazioni e Sviluppo
Art. 65 del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD), di cui al Decreto Legislativo n. 82/2005
Legge 23 maggio 2014, n. 80

Data ultima modifica: 11 gennaio 2018

Il cittadino che stabilisce la dimora abituale nel Comune di Cinisello Balsamo ha l’obbligo di DENUNCIARE la nuova residenza

Deve PRESENTARE LA DOMANDA allegando tutta la documentazione necessaria (vedi sotto)

COME

SOLO SU APPUNTAMENTO a Punto in Comune, Polifunzionale
clicca sull’immagine per prenotare l’appuntamento

oppure

TRAMITE INVIO con:

  • posta elettronica semplice: residenze@comune.cinisello-balsamo.mi.it firmando e allegando i moduli necessari in PDF
  • posta elettronica certificata del dichiarante (PEC): comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it
  • raccomandata AR da inoltrare all’Ufficio Anagrafe del Comune di Cinisello Balsamo

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE

La domanda deve contenere tutti i dati obbligatori previsti

PDF - 36.4 Kb
Domanda di residenza
PDF - 11 Kb
Dichiarazione del proprietario dell’alloggio - Allegato 2
PDF - 74.6 Kb
Dichiarazione Tari

Per informazioni sulla compilazione del modello Tari:
mail: tributi@comune.cinisello-balsamo.mi.it
tel: 0266023828 lun - ven 9,00/12,00 e mercoledì 9.00/13,00-14,00/18,20.

Per informazioni sulla modalità di calcolo della tariffa consultare la pagina Tari

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE

  • copia del documento di identità e del codice fiscale del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente; se maggiorenni, devono firmare anche loro il modulo di richiesta;
  • copia dell’atto che dimostri la titolarità dell’alloggio regolarmente registrato: rogito o contratto d’affitto oppure autocertificazione (vedi allegati)
  • la fotocopia della patente di guida italiana, se in possesso;
  • i proprietari di motoveicoli, autoveicoli, camper devono allegare fotocopia del libretto di circolazione.
  • nel caso in cui nell’appartamento sia già presente altra o più persone occorre presentare la dichiarazione di convivenza o abitazione firmata dal capo famiglia (intestatario scheda), vedi allegato.
    PDF - 31.7 Kb
    Autocertificazione dichiarazione convivenza o coabitazione

Per coloro che entrano in una convivenza militare, religiosa o sanitaria, la dichiarazione è di competenza del Capo-convivenza; può essere presentata dall’interessato con allegata comunicazione scritta dal Capo-convivenza.

PER I CITTADINI APPARTENENTI ALL’UNIONE EUROPEA

oltre ai documenti sopra scritti è necessario presentare

Cittadino lavoratore subordinato o autonomo documentazione comprovante la qualità di lavoratore subordinato o autonomo: contratto di lavoro e ultima
busta paga o “Lav Unificato” o bollettini INPS per lavoro subordinato; iscrizione alla Camera di Commercio o attribuzione della Partita IVA per lavoro autonomo
Cittadino titolare di risorse economiche sufficienti al soggiorno (non lavoratore) • autodichiarazione del possesso di risorse economiche sufficienti per non diventare un onere a carico dell’assistenza sociale dello Stato;

  • copia di un’assicurazione sanitaria che copra i rischi sanitari sul territorio nazionale, valida per almeno un anno, oppure copia di uno dei seguenti formulari rilasciati dallo Stato di provenienza: E106, E120, E121 (o E 33), E109, (o E37);
Cittadino studente (non lavoratore) • autodichiarazione del possesso di risorse economiche sufficienti per non diventare un onere a carico dell’assistenza sociale dello Stato

  • copia di un’assicurazione sanitaria che copra i rischi sanitari sul territorio nazionale e valida per almeno un anno o almeno pari al corso di studi o di formazione professionale, se inferiore all’anno o formulario comunitario
Familiare UE di cittadino di cui ai punti precedenti • documenti legalizzati che indichino la parentela

  • occorre essere parente di un lavoratore che disponga per se stesso e per i propri familiari di risorse economiche sufficienti al soggiorno

PERI I CITTADINI EXTRACOMUNITARI

oltre ai documenti sopra scritti è necessario presentare

  • Permesso di Soggiorno in corso di validità, se in corso di rinnovo ricevuta del bollettino pagato come prova della avvenuta richiesta di rinnovo.
  • In caso di attesa del primo permesso di soggiorno si deve produrre copia del documento comprovante i motivi dell’ingresso in italia (lavoro subordinato, ricongiungimento familiare) e ricevuta dei pagamenti effettuati per la richiesta del permesso di soggiorno.
ATTENZIONE Il cittadino proveniente da uno Stato estero, ai fini della registrazione in anagrafe del rapporto di parentela con altri componenti della famiglia, deve allegare la relativa documentazione, in regola con le disposizioni in materia di traduzione e legalizzazione dei documenti.

TEMPI DI RILASCIO E COSTI

L’ufficio anagrafe provvede a registrare le variazioni entro i 2 giorni lavorativi successivi alla data di presentazione delle dichiarazioni medesime.
Nei 45 giorni complessivi dovrà essere accertata la sussistenza dei requisiti previsti per l’iscrizione, mediante verifica della Polizia Locale.
Trascorsi i quali, salvo comunicazione diversa, l’iscrizione si intende confermata.
La procedura non comporta costi di nessun tipo.

In caso di dichiarazioni mendaci

Alle dichiarazioni non veritiere accertate si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000 per le conseguenze penali e la decadenza dei benefici acquisiti.
In caso di non rispondenza tra la dichiarazione resa e lo stato di fatto accertato verrà ripristinata la posizione anagrafica precedente alla dichiarazione resa.

Ricorsi

Per la mancata iscrizione nei termini previsti dalla normativa vigente, il dichiarante può proporre ricorso in forma scritta al Dirigente responsabile:
Dott.ssa Marina Lucchini
Comune di Cinisello Balsamo, via XXV Aprile, 4 - 20092, Cinisello Balsamo (MI)

Contro l’annullamento della richiesta di residenza è ammesso ricorso al Prefetto entro 30 giorni dalla notifica.

Per i cittadini U.E. contro l’annullamento della richiesta di residenza è ammesso ricorso anche al Tribunale ordinario di Monza.

Normativa di riferimento

Legge n. 1228 del 24 Dicembre 1954: Ordinamento delle anagrafi della popolazione residente.
Decreto del Presidente della Repubblica 30.05.1989 n. 223: Approvazione del nuovo regolamento anagrafico della popolazione residente.
Art. 5 del Decreto Legislativo 09/02/2012, n. 5, convertito in L. 04/04/2012 n. 35: Pacchetto Semplificazioni e Sviluppo
Art. 65 del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD), di cui al Decreto Legislativo n. 82/2005
Legge 23 maggio 2014, n. 80

34085

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022