Servizi e progetti > Il Pertini > Attività > Iniziative per tutti

Swap/Scambio

domenica 14 Ottobre 2018
mostra
14:00 Il Pertini . piano terra,

L’idea è tanto semplice quanto geniale: Francesco Amadori, in arte Midnightoclock, una laurea in architettura presa il secolo scorso al Politecnico di Milano e un desiderio scapigliato di smettere righe e matite per tele e pennelli, decide di dimostrare che “l’inclinazione a trafficare, barattare, scambiare una cosa con un’altra è comune a tutti gli uomini e non si trova in nessun’altra razza di animali” (A. Smith) e che, proprio perché è nella natura dell’uomo, lo scambio crea legami, cosa annullata, al contrario, dalla sostituzione dell’oggetto dello scambio con la moneta.

Qual è la merce che Midnight ha deciso di usare per le sue transazioni?
La più nobile: l’arte. Nello specifico, il ritratto: il più difficile dei generi, il più sincero, perché per fare un ritratto bisogna guardare in faccia la persona, intensamente, anche se, in rispetto alle connessioni virtuali, tutti sono stati ritratti attraverso scatti fotografici di ordinaria fattura.
Ma come si è svolto il progetto Swap, ovvero Scambio, il cui risultato viene presentato in questa mostra? Francesco ha contattato alcuni suoi colleghi artisti proponendo a ciascuno di loro: “Tu mi dai una tua opera, io ti faccio e ti do in (s)cambio un ritratto”. Il risultato è duplice: una personale di Francesco con la serie dei ritratti degli artisti entrati nello scambio e una collettiva delle diverse opere scambiate.

Tra gli artisti contattati per lo scambio si possono riconoscere tre nuclei principali: amici della giovinezza, perlopiù lombardi (Francesco Amadori è comasco); amici della seconda giovinezza, in prevalenza sardi, conosciuti in seguito al suo trasferimento in Sardegna; amici dei social network, conosciuti attraverso post, tag e like.
Tra tutti questi spiccano nomi di grande livello che non hanno esitato a partecipare al progetto di scambio. L’idea del ritratto ha annullato anche gli ultimi residui di monetizzazione che inevitabilmente toccano il mercato degli oggetti d’arte – per esempio maggiore o minore quotazione, ossia i valori di scambio che impongono un’equazione tra valore e quantità della merce scambiata – e questo è accaduto grazie al plusvalore della comunione d’intenti e la conseguente stima.

Case d’asta? Mercanti? Curatori? Fondazioni? Gallerie?
Francesco ha gabbato tutti dimostrando che gli antichissimi princìpi dello scambio sono sempre validi e, in tempo di crisi, assai attuali. I ritratti realizzati da Francesco sono tutti di ottima fattura. Il linguaggio cambia sovente per non stancare e appiattire i risultati. La tecnica ora è asciutta, quasi incisa, ora opulenta in pennellate pastose e barocche. Le citazioni, la tecnica e lo stile dimostrano una profonda cultura artistica e una versatilità non comune. Un saggio ha detto: “Se un uomo ha un’idea e un altro uomo ne ha un’altra e se la scambiano, entrambi avranno due idee; se un uomo ha una moneta e un altro una moneta e se la scambiano, entrambi avranno sempre e solo una moneta”.

Per informazioni
ilpertini@comune.cinisello-balsamo.mi.it
02 66 023 557

45615
45616
45617
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022