Servizi > Ambiente > Animali > Vacanze a quattro zampe!

In vacanza con gli amici a quattro zampe

Da qualche anno, fortunatamente, sempre più alberghi, campeggi, residence e spiagge accettano animali domestici al seguito dei loro padroni.

Chi desidera viaggiare con Fido e Micio dovrà considerare alcuni importanti aspetti, in modo tale da poter prevenire spiacevoli inconvenienti.

La scelta del mezzo di trasporto
Auto, aereo, nave o treno? Nessuno di questi mezzi di trasporto è precluso a Fido e Micio, a patto però che vengano rispettate le prescrizioni dettate dalle compagnie con le quali si intende viaggiare.

  • Partire in AUTO rappresenta sicuramente la soluzione più comoda. Bisogna comunque rispettare alcune regole d’oro:
  1. è importante abituare gradualmente l’animale a viaggiare con voi, soprattutto se dovrà affrontare un viaggio di lunga durata;
  2. non bisogna assolutamente chiudere gli animali nei bagagliai o in contenitori di fortuna: per i gatti è obbligatorio l’uso dell’apposito “trasportino” (o gabbietta), mentre il cane può viaggiare comodamente seduto sui sedili posteriori purché sia uno solo.
    In Italia, secondo il Codice della Strada, è anche consentito il trasporto di più animali domestici per veicolo, purché i quadrupedi viaggino nell’apposita gabbia o nel vano posteriore opportunamente separato da una rete o paratia;
  3. nei lunghi viaggi in auto i cani devono poter bere e rinfrescarsi regolarmente. Regolari soste intermedie e brevi passeggiate contribuiranno a rendere il viaggio meno traumatico per l’animale;
  4. è molto importante non lasciare mai il cane chiuso in macchina da solo perché potrebbe prendere un’insolazione.
    Per questi animali i colpi di sole sono molto più pericolosi che per gli uomini ed in alcuni casi mortali: essi infatti non sudano come noi, restando, dunque, maggiormente esposti. Ricordate sempre che basta un quarto d’ora al sole perché la temperatura all’interno dell’auto raggiunga i 60°!!
  5. è consigliabile lasciare l’animale a digiuno per tutta la durata del tragitto se si tratta di uno spostamento di corto raggio, in caso contrario, sarà preferibile somministragli brevi spuntini di cibo secco;
  6. Per quanto riguarda i viaggi all’estero, occorre attenersi alle normative e alle altre prescrizioni vigenti nel Paese di destinazione (vaccinazioni etc.). In particolare, per i viaggi al di fuori dei confini nazionali è necessario munirsi di passaporto europeo.
  • Spostarsi in TRENO è più agevole per gatti, uccelli (nonché per altri animali che normalmente vivono in gabbietta) e cani di piccola taglia che possono viaggiare gratuitamente in seconda classe sulle tratte nazionali, sempre sistemati sulle ginocchia del proprietario, mentre sulle tratte regionali o internazionali vigono norme diverse.
    Pertanto è importante informarsi sui regolamenti per il trasporto di animali adottati dalle compagnie con le quali si intende viaggiare che sono facilmente reperibili on-line.
  • Da qualche tempo, i viaggi in AEREO prevedono soluzioni vantaggiose per coloro che vogliono andare in vacanza con i propri animali domestici.
    Prenotando in anticipo, cani, gatti e altri animali di peso inferiore ai 10 kg, collocati in appositi trasoportini, potranno viaggiare con i passeggeri.
    Non più di uno per volo, a meno che non siano dello stesso proprietario, o che il comandante, valutata la situazione, non decida altrimenti.
    Per i cani di peso superiore ai 10 kg il viaggio deve avvenire in stiva pressurizzata; in questo caso, vi consigliamo di incollare sul trasportino un’etichetta con la dicitura “live animals” (animali vivi) per fare in modo che venga maneggiato con le cure necessarie.
    Qui è possibile consultare le norme generali dettate dalla IATA (Associazione Internazionale Trasporto Aereo) per il trasporto aereo di animali domestici; tenete comunque presente che si tratta di linee guida, per cui sarà necessario verificare la rispondenza con le norme specifiche adottate dalla compagnia con la quale si intende viaggiare.
  • E se vogliamo viaggiare in NAVE? I traghetti non pongono particolari limitazioni: in linea di massima, i cani sono ammessi con guinzaglio e museruola, mentre i gatti vanno tenuti nel trasportino. Ad ogni modo, bisogna tenere presente che ogni compagnia di navigazione si è dotata di un proprio regolamento per il trasporto di animali che sarà bene consultare prima dell’acquisto dei biglietti, in modo tale da poter scegliere la sistemazione più adatta alle nostre esigenze.
    Caso diverso, invece, sono le navi da crociera: quasi tutte le società che effettuano tali viaggi vietano la presenza di animali a bordo.

Passaporto europeo
Il Regolamento CE n. 998/2003 (e successiva modifica del 30 marzo 2004) stabilisce che cani, gatti e furetti che viaggiano all’interno dei paesi dell’Unione Europea devono essere dotati di uno specifico passaporto. Questo particolare documento consente l’identificazione dell’animale e ne attesta lo stato sanitario, con l’obiettivo di garantire una maggiore sicurezza contro i rischi legati alla circolazione degli animali da compagnia (diffusione della rabbia e altre infezioni).
Il passaporto contiene una sezione anagrafica con i dati identificativi dell’animale e del proprietario, ed una parte sanitaria, che riporta le vaccinazioni eseguite (obbligatorie e facoltative), i trattamenti antiparassitari, gli esami clinici effettuati, il numero identificativo del microchip e altre informazioni. Gli enti competenti al rilascio del passaporto sono i Centri di Sanità Pubblica Veterinaria.
Per quanto riguarda i cani, è indispensabile che siano iscritti all’anagrafe canina e identificati con tatuaggio leggibile (per i cani registrati all’anagrafe regionale prima del 2001) o microchip.

TROVERAI ALTRE INFORMAZIONI UTILI AI SEGUENTI LINK:

In vacanza con loro

Pronto Fido

Vacanze bestiali

Data ultima modifica: 8 giugno 2017

Da qualche anno, fortunatamente, sempre più alberghi, campeggi, residence e spiagge accettano animali domestici al seguito dei loro padroni.

Chi desidera viaggiare con Fido e Micio dovrà considerare alcuni importanti aspetti, in modo tale da poter prevenire spiacevoli inconvenienti.

La scelta del mezzo di trasporto
Auto, aereo, nave o treno? Nessuno di questi mezzi di trasporto è precluso a Fido e Micio, a patto però che vengano rispettate le prescrizioni dettate dalle compagnie con le quali si intende viaggiare.

  • Partire in AUTO rappresenta sicuramente la soluzione più comoda. Bisogna comunque rispettare alcune regole d’oro:
  1. è importante abituare gradualmente l’animale a viaggiare con voi, soprattutto se dovrà affrontare un viaggio di lunga durata;
  2. non bisogna assolutamente chiudere gli animali nei bagagliai o in contenitori di fortuna: per i gatti è obbligatorio l’uso dell’apposito “trasportino” (o gabbietta), mentre il cane può viaggiare comodamente seduto sui sedili posteriori purché sia uno solo.
    In Italia, secondo il Codice della Strada, è anche consentito il trasporto di più animali domestici per veicolo, purché i quadrupedi viaggino nell’apposita gabbia o nel vano posteriore opportunamente separato da una rete o paratia;
  3. nei lunghi viaggi in auto i cani devono poter bere e rinfrescarsi regolarmente. Regolari soste intermedie e brevi passeggiate contribuiranno a rendere il viaggio meno traumatico per l’animale;
  4. è molto importante non lasciare mai il cane chiuso in macchina da solo perché potrebbe prendere un’insolazione.
    Per questi animali i colpi di sole sono molto più pericolosi che per gli uomini ed in alcuni casi mortali: essi infatti non sudano come noi, restando, dunque, maggiormente esposti. Ricordate sempre che basta un quarto d’ora al sole perché la temperatura all’interno dell’auto raggiunga i 60°!!
  5. è consigliabile lasciare l’animale a digiuno per tutta la durata del tragitto se si tratta di uno spostamento di corto raggio, in caso contrario, sarà preferibile somministragli brevi spuntini di cibo secco;
  6. Per quanto riguarda i viaggi all’estero, occorre attenersi alle normative e alle altre prescrizioni vigenti nel Paese di destinazione (vaccinazioni etc.). In particolare, per i viaggi al di fuori dei confini nazionali è necessario munirsi di passaporto europeo.
  • Spostarsi in TRENO è più agevole per gatti, uccelli (nonché per altri animali che normalmente vivono in gabbietta) e cani di piccola taglia che possono viaggiare gratuitamente in seconda classe sulle tratte nazionali, sempre sistemati sulle ginocchia del proprietario, mentre sulle tratte regionali o internazionali vigono norme diverse.
    Pertanto è importante informarsi sui regolamenti per il trasporto di animali adottati dalle compagnie con le quali si intende viaggiare che sono facilmente reperibili on-line.
  • Da qualche tempo, i viaggi in AEREO prevedono soluzioni vantaggiose per coloro che vogliono andare in vacanza con i propri animali domestici.
    Prenotando in anticipo, cani, gatti e altri animali di peso inferiore ai 10 kg, collocati in appositi trasoportini, potranno viaggiare con i passeggeri.
    Non più di uno per volo, a meno che non siano dello stesso proprietario, o che il comandante, valutata la situazione, non decida altrimenti.
    Per i cani di peso superiore ai 10 kg il viaggio deve avvenire in stiva pressurizzata; in questo caso, vi consigliamo di incollare sul trasportino un’etichetta con la dicitura “live animals” (animali vivi) per fare in modo che venga maneggiato con le cure necessarie.
    Qui è possibile consultare le norme generali dettate dalla IATA (Associazione Internazionale Trasporto Aereo) per il trasporto aereo di animali domestici; tenete comunque presente che si tratta di linee guida, per cui sarà necessario verificare la rispondenza con le norme specifiche adottate dalla compagnia con la quale si intende viaggiare.
  • E se vogliamo viaggiare in NAVE? I traghetti non pongono particolari limitazioni: in linea di massima, i cani sono ammessi con guinzaglio e museruola, mentre i gatti vanno tenuti nel trasportino. Ad ogni modo, bisogna tenere presente che ogni compagnia di navigazione si è dotata di un proprio regolamento per il trasporto di animali che sarà bene consultare prima dell’acquisto dei biglietti, in modo tale da poter scegliere la sistemazione più adatta alle nostre esigenze.
    Caso diverso, invece, sono le navi da crociera: quasi tutte le società che effettuano tali viaggi vietano la presenza di animali a bordo.

Passaporto europeo
Il Regolamento CE n. 998/2003 (e successiva modifica del 30 marzo 2004) stabilisce che cani, gatti e furetti che viaggiano all’interno dei paesi dell’Unione Europea devono essere dotati di uno specifico passaporto. Questo particolare documento consente l’identificazione dell’animale e ne attesta lo stato sanitario, con l’obiettivo di garantire una maggiore sicurezza contro i rischi legati alla circolazione degli animali da compagnia (diffusione della rabbia e altre infezioni).
Il passaporto contiene una sezione anagrafica con i dati identificativi dell’animale e del proprietario, ed una parte sanitaria, che riporta le vaccinazioni eseguite (obbligatorie e facoltative), i trattamenti antiparassitari, gli esami clinici effettuati, il numero identificativo del microchip e altre informazioni. Gli enti competenti al rilascio del passaporto sono i Centri di Sanità Pubblica Veterinaria.
Per quanto riguarda i cani, è indispensabile che siano iscritti all’anagrafe canina e identificati con tatuaggio leggibile (per i cani registrati all’anagrafe regionale prima del 2001) o microchip.

TROVERAI ALTRE INFORMAZIONI UTILI AI SEGUENTI LINK:

In vacanza con loro

Pronto Fido

Vacanze bestiali

12697

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022