I Contatti del Comune > Ufficio elettorale > Elezioni > Anno 2018 > Elezioni Comunali 2018

Designazione dei rappresentanti di lista

Carattere facoltativo delle designazioni.
La dichiarazione di presentazione della lista dei candidati deve contenere l’indicazione di due delegati autorizzati a fare le designazioni dei rappresentanti delle liste.
Si tenga però presente che la designazione dei rappresentanti di lista non è obbligatoria ma facoltativa, in quanto è fatta nell’interesse della lista rappresentata: i rappresentanti, infatti, non fanno parte integrante dell’Ufficio elettorale, ma vigilano per la tutela degli interessi delle rispettive liste durante lo svolgimento delle operazioni elettorali.

Modalità per la presentazione delle designazioni dei rappresentanti di lista.
La designazione dei rappresentanti di lista va fatta con dichiarazione scritta e la firma dei delegati deve essere autenticata.
Poiché le designazioni dei rappresentanti di lista presso le sezioni elettorali devono essere successivamente consegnate dal segretario comunale ai rispettivi presidenti dei vari uffici elettorali di sezione, è preferibile che esse vengano redatte in tanti atti separati quante sono le sezioni presso le quali i delegati ritengono di designare i rappresentanti.
Le designazioni potranno anche essere contenute in un unico atto; in tal caso sarà necessario presentare, contestualmente, tanti estratti di esso, debitamente autenticati con le modalità già richiamate, quante sono le sezioni presso le quali i rappresentanti stessi sono stati designati.
Non è previsto il caso in cui i delegati non sappiano firmare.
Comunque, in tale eventualità, si dovrà fare ricorso alla procedura di cui all’articolo 28, secondo comma, del testo unico 16 maggio 1960, n. 570.
Le designazioni, per ciascuna sezione, debbono essere fatte per due rappresentanti, uno effettivo e l’altro supplente, in modo da assicurare la continuità dell’esercizio della funzione ad essi demandata.
Non è previsto che le designazioni di cui trattasi siano fatte da terzi, autorizzati dai delegati.
Si ritiene che la designazione dei rappresentanti di lista per il primo turno debba intendersi effettuata anche per l’eventuale secondo turno di votazione.
Tuttavia, i delegati delle liste dei partiti e movimenti politici che partecipano al ballottaggio hanno la facoltà di designare nuovi rappresentanti presso gli uffici elettorali di sezione in luogo di quelli a suo tempo designati per il primo turno di votazione nonché rappresentanti di lista nelle sezioni in cui tale designazione non era stata effettuata in occasione del primo turno, secondo le modalità previste dall’articolo 35 del testo unico 16 maggio 1960, n. 570, e successive modificazioni.

Organi ai quali dev’essere diretta la designazione. – Termini .
La designazione dei rappresentanti di lista è fatta in uffici diversi a seconda degli uffici elettorali presso cui i rappresentanti stessi debbono svolgere il loro compito:
a) Rappresentanti di lista presso gli uffici elettorali di sezione.
La designazione dei rappresentanti di lista presso gli uffici elettorali di sezione, a norma dell’articolo 35 del testo unico n. 570, può essere fatta:
1° – al segretario del comune, entro il venerdì precedente la elezione.
Il segretario controllerà la regolarità delle designazioni, accertando anche che esse siano firmate dai delegati compresi nell’elenco che la commissione elettorale circondariale ha fatto pervenire al sindaco e le rimetterà ai presidenti delle rispettive sezioni, prima dell’insediamento del seggio;
2° – direttamente al presidente del seggio, il sabato pomeriggio, durante le operazioni di autenticazione delle schede di votazione, oppure la mattina della domenica purché prima dell’inizio della votazione.

b) Rappresentanti di lista presso gli uffici centrali.
La designazione dei rappresentanti di lista presso gli uffici centrali va presentata alla segreteria dei rispettivi uffici.
Nessun termine la legge stabilisce per la presentazione di tali designazioni.
Si ritiene però che, in analogia a quanto stabilito per gli uffici elettorali di sezione, i delegati delle liste possono provvedervi sino al momento dell’inizio delle operazioni di competenza dell’ufficio centrale.

Requisiti dei rappresentanti di lista
Circa il possesso dei requisiti dei rappresentanti di lista, l’articolo 16, comma 2, della legge 21 marzo 1990, n. 53, dispone che essi devono essere elettori del comune.
Nulla vieta che un delegato designi se stesso quale rappresentante.

Data ultima modifica: 30 maggio 2018

Carattere facoltativo delle designazioni.
La dichiarazione di presentazione della lista dei candidati deve contenere l’indicazione di due delegati autorizzati a fare le designazioni dei rappresentanti delle liste.
Si tenga però presente che la designazione dei rappresentanti di lista non è obbligatoria ma facoltativa, in quanto è fatta nell’interesse della lista rappresentata: i rappresentanti, infatti, non fanno parte integrante dell’Ufficio elettorale, ma vigilano per la tutela degli interessi delle rispettive liste durante lo svolgimento delle operazioni elettorali.

Modalità per la presentazione delle designazioni dei rappresentanti di lista.
La designazione dei rappresentanti di lista va fatta con dichiarazione scritta e la firma dei delegati deve essere autenticata.
Poiché le designazioni dei rappresentanti di lista presso le sezioni elettorali devono essere successivamente consegnate dal segretario comunale ai rispettivi presidenti dei vari uffici elettorali di sezione, è preferibile che esse vengano redatte in tanti atti separati quante sono le sezioni presso le quali i delegati ritengono di designare i rappresentanti.
Le designazioni potranno anche essere contenute in un unico atto; in tal caso sarà necessario presentare, contestualmente, tanti estratti di esso, debitamente autenticati con le modalità già richiamate, quante sono le sezioni presso le quali i rappresentanti stessi sono stati designati.
Non è previsto il caso in cui i delegati non sappiano firmare.
Comunque, in tale eventualità, si dovrà fare ricorso alla procedura di cui all’articolo 28, secondo comma, del testo unico 16 maggio 1960, n. 570.
Le designazioni, per ciascuna sezione, debbono essere fatte per due rappresentanti, uno effettivo e l’altro supplente, in modo da assicurare la continuità dell’esercizio della funzione ad essi demandata.
Non è previsto che le designazioni di cui trattasi siano fatte da terzi, autorizzati dai delegati.
Si ritiene che la designazione dei rappresentanti di lista per il primo turno debba intendersi effettuata anche per l’eventuale secondo turno di votazione.
Tuttavia, i delegati delle liste dei partiti e movimenti politici che partecipano al ballottaggio hanno la facoltà di designare nuovi rappresentanti presso gli uffici elettorali di sezione in luogo di quelli a suo tempo designati per il primo turno di votazione nonché rappresentanti di lista nelle sezioni in cui tale designazione non era stata effettuata in occasione del primo turno, secondo le modalità previste dall’articolo 35 del testo unico 16 maggio 1960, n. 570, e successive modificazioni.

Organi ai quali dev’essere diretta la designazione. – Termini .
La designazione dei rappresentanti di lista è fatta in uffici diversi a seconda degli uffici elettorali presso cui i rappresentanti stessi debbono svolgere il loro compito:
a) Rappresentanti di lista presso gli uffici elettorali di sezione.
La designazione dei rappresentanti di lista presso gli uffici elettorali di sezione, a norma dell’articolo 35 del testo unico n. 570, può essere fatta:
1° – al segretario del comune, entro il venerdì precedente la elezione.
Il segretario controllerà la regolarità delle designazioni, accertando anche che esse siano firmate dai delegati compresi nell’elenco che la commissione elettorale circondariale ha fatto pervenire al sindaco e le rimetterà ai presidenti delle rispettive sezioni, prima dell’insediamento del seggio;
2° – direttamente al presidente del seggio, il sabato pomeriggio, durante le operazioni di autenticazione delle schede di votazione, oppure la mattina della domenica purché prima dell’inizio della votazione.

b) Rappresentanti di lista presso gli uffici centrali.
La designazione dei rappresentanti di lista presso gli uffici centrali va presentata alla segreteria dei rispettivi uffici.
Nessun termine la legge stabilisce per la presentazione di tali designazioni.
Si ritiene però che, in analogia a quanto stabilito per gli uffici elettorali di sezione, i delegati delle liste possono provvedervi sino al momento dell’inizio delle operazioni di competenza dell’ufficio centrale.

Requisiti dei rappresentanti di lista
Circa il possesso dei requisiti dei rappresentanti di lista, l’articolo 16, comma 2, della legge 21 marzo 1990, n. 53, dispone che essi devono essere elettori del comune.
Nulla vieta che un delegato designi se stesso quale rappresentante.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022