Servizi e progetti > Polizia Locale > Comunicazioni

Introdotta l’ordinanza che porta al Daspo urbano

Dal 21 novembre 2017 fino al 14 maggio 2018 è in vigore l’ordinanza che introduce una sanzione e il provvedimento di allontanamento nei confronti di chi mette in atto comportamenti che pregiudicano la sicurezza e il decoro urbano.

L’iter del provvedimento - che nasce dal Decreto Minniti ed è conosciuto come Daspo urbano - prevede in prima istanza l’applicazione di una sanzione pecuniaria che va da 100 a 300 euro e l’emissione di un ordine di allontanamento di 48 ore da alcuni luoghi, segue la trasmissione degli atti al Questore, al quale spetta poi il compito di valutare l’emissione del vero e proprio provvedimento di Daspo urbano.

I luoghi di applicazione dell’ordinanza sono:

  • le ville storiche Ghirlanda Silva e Breme Forno con i rispettivi parchi;
  • le piazze Gramsci, Costa e le vie contigue;
  • l’area del Centro Culturale Il Pertini;
  • Largo Milano
  • le fermate della Metrotramvia

In tutte queste aree è vietato mettere in atto comportamenti, anche legati all’alcool, che impediscono la fruibilità e l’accessibilità degli spazi e delle infrastrutture, pregiudicando il decoro e la sicurezza urbana.

L’ordinanza fa riferimento a particolari situazioni quali ad esempio l’affollamento di gruppi che bivaccano, consumano alimenti o bevande e di conseguenza creano difficoltà alla libera fruizione degli spazi e generano percezione di insicurezza, con comportamenti contrari al decoro e alla pubblica decenza.

Leggi il Comunicato stampa

Data ultima modifica: 23 novembre 2017

Dal 21 novembre 2017 fino al 14 maggio 2018 è in vigore l’ordinanza che introduce una sanzione e il provvedimento di allontanamento nei confronti di chi mette in atto comportamenti che pregiudicano la sicurezza e il decoro urbano.

L’iter del provvedimento - che nasce dal Decreto Minniti ed è conosciuto come Daspo urbano - prevede in prima istanza l’applicazione di una sanzione pecuniaria che va da 100 a 300 euro e l’emissione di un ordine di allontanamento di 48 ore da alcuni luoghi, segue la trasmissione degli atti al Questore, al quale spetta poi il compito di valutare l’emissione del vero e proprio provvedimento di Daspo urbano.

I luoghi di applicazione dell’ordinanza sono:

  • le ville storiche Ghirlanda Silva e Breme Forno con i rispettivi parchi;
  • le piazze Gramsci, Costa e le vie contigue;
  • l’area del Centro Culturale Il Pertini;
  • Largo Milano
  • le fermate della Metrotramvia

In tutte queste aree è vietato mettere in atto comportamenti, anche legati all’alcool, che impediscono la fruibilità e l’accessibilità degli spazi e delle infrastrutture, pregiudicando il decoro e la sicurezza urbana.

L’ordinanza fa riferimento a particolari situazioni quali ad esempio l’affollamento di gruppi che bivaccano, consumano alimenti o bevande e di conseguenza creano difficoltà alla libera fruizione degli spazi e generano percezione di insicurezza, con comportamenti contrari al decoro e alla pubblica decenza.

Leggi il Comunicato stampa

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022