Area Stampa > Comunicati Stampa > 2017 > Gennaio 2017

L’Agenzia del trasporto pubblico locale del bacino della Città metropolitana riunita oggi a palazzo Isimbardi

9 gennaio 2017

L’assemblea dei soci dell’Agenzia del trasporto pubblico locale del bacino della Città metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia si è riunita oggi a Palazzo Isimbardi.
Tutti i soci presenti, all’unanimità, hanno condiviso la necessità di sospensione fino a fine febbraio 2017 dei tagli ai servizi annunciati nei giorni scorsi per condividere una road map che porti a soluzioni che non impattino negativamente sulla vita dei cittadini.
Città Metropolitana di Milano, Provincia di Monza e Brianza, Provincia di Lodi, Provincia di Pavia, Comune di Milano, Comune di Monza, Comune di Lodi e Comune di Pavia hanno quindi deciso di chiedere a Regione Lombardia -unico socio non presente oggi- e Governo di compensare i tagli previsti per garantire il servizio nei prossimi due anni, tempo “tecnico” necessario affinché l’Agenzia possa realizzare nuovi programmi e bandire nuove gare. Questa compensazione è valutata in 10 milioni di euro (5 per il 2017 e 5 per il 2018) a fronte di oltre 700 milioni di euro previsti per il trasporto pubblico locale a livello regionale.
I soci presenti si sono inoltre impegnati a ridurre le spese ed ottimizzare il servizio recuperando il 10% dei costi attuali. I soci si sono trovati concordi nel chiedere con posizione univoca e condivisa un incontro ai massimi vertici istituzionali: sia al Ministero, sia a Regione Lombardia.
I soci dell’Agenzia del TPL inoltre hanno fissato per il 13 febbraio la prossima assemblea e nei prossimi giorni incontreranno i Comuni toccati dai tagli, i Sindacati dei lavoratori e le Aziende.
Dichiara il sindaco e consigliera delegata alla Mobilità della Città metropolitana di Milano, Siria Trezzi: «Il tavolo operativo dei soci dell’Agenzia sarà costantemente attivo e come Agenzia del TPL faremo tutto quanto è in nostro potere per mitigare gli effetti negativi che potrebbero avere per il nostro territorio. La ripresa dei cantieri della M1, finanziata nel patto per la Regione Lombardia potrebbe essere l’opportunità per ridisegnare la mappa delle linee di Trasporto pubblico sui nostri territori».

9 gennaio 2017

L’assemblea dei soci dell’Agenzia del trasporto pubblico locale del bacino della Città metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia si è riunita oggi a Palazzo Isimbardi.
Tutti i soci presenti, all’unanimità, hanno condiviso la necessità di sospensione fino a fine febbraio 2017 dei tagli ai servizi annunciati nei giorni scorsi per condividere una road map che porti a soluzioni che non impattino negativamente sulla vita dei cittadini.
Città Metropolitana di Milano, Provincia di Monza e Brianza, Provincia di Lodi, Provincia di Pavia, Comune di Milano, Comune di Monza, Comune di Lodi e Comune di Pavia hanno quindi deciso di chiedere a Regione Lombardia -unico socio non presente oggi- e Governo di compensare i tagli previsti per garantire il servizio nei prossimi due anni, tempo “tecnico” necessario affinché l’Agenzia possa realizzare nuovi programmi e bandire nuove gare. Questa compensazione è valutata in 10 milioni di euro (5 per il 2017 e 5 per il 2018) a fronte di oltre 700 milioni di euro previsti per il trasporto pubblico locale a livello regionale.
I soci presenti si sono inoltre impegnati a ridurre le spese ed ottimizzare il servizio recuperando il 10% dei costi attuali. I soci si sono trovati concordi nel chiedere con posizione univoca e condivisa un incontro ai massimi vertici istituzionali: sia al Ministero, sia a Regione Lombardia.
I soci dell’Agenzia del TPL inoltre hanno fissato per il 13 febbraio la prossima assemblea e nei prossimi giorni incontreranno i Comuni toccati dai tagli, i Sindacati dei lavoratori e le Aziende.
Dichiara il sindaco e consigliera delegata alla Mobilità della Città metropolitana di Milano, Siria Trezzi: «Il tavolo operativo dei soci dell’Agenzia sarà costantemente attivo e come Agenzia del TPL faremo tutto quanto è in nostro potere per mitigare gli effetti negativi che potrebbero avere per il nostro territorio. La ripresa dei cantieri della M1, finanziata nel patto per la Regione Lombardia potrebbe essere l’opportunità per ridisegnare la mappa delle linee di Trasporto pubblico sui nostri territori».

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022