Servizi e progetti > Centro Documentazione Storica > Storia del Novecento e storia locale > 2016 - Storia del Novecento e storia locale

AL SEGGIO SENZA ROSSETTO. 70 anni fa il primo voto delle donne in Italia

Il Decreto Legislativo del 31 gennaio 1945 sancì il suffragio universale, ma non l’eleggibilità delle donne che sarà introdotta il 10 marzo 1946. In quella stessa data le italiane votarono per la prima volta per le elezioni amministrative.

Nell’aprile 1945 si insediò la Consulta, il primo organismo politico nazionale in cui entrarono 13 donne, alle quali fu affidato il compito di elaborare una legge elettorale per l’ Assemblea costituente.

Il 2 giugno 1946 le donne tornarono ai seggi in occasione del referendum istituzionale per la scelta tra Monarchia e Repubblica e per eleggere i membri dell’ Assemblea Costituente. Su un totale di 556 deputati furono elette 21 donne.

Per la maggior parte di loro fu determinante la partecipazione alla Resistenza. Con gradi diversi di impegno e tenendo presenti le posizioni dei rispettivi partiti, spesso fecero causa comune sui temi dell’emancipazione femminile, ai quali fu dedicata, in prevalenza, la loro attenzione. La loro intensa passione politica le portò a superare i tanti ostacoli che all’epoca resero difficile la partecipazione delle donne alla vita politica.

Oggi, a settant’anni di distanza, la condizione delle donne in Italia è mutata, sono infatti presenti in ogni campo della vita istituzionale, politica, economica, sociale e culturale; hanno conquistato parità nella famiglia e il riconoscimento formale dei propri diritti. Un lungo e difficile cammino con moltissime battaglie affrontate, molte vinte e altre da vincere da parte di tutte le donne, anche delle tante "nuove cittadine" ancora prive dei più elementari diritti.

Siria Trezzi - sindaco
Andrea Catania - assessore alle Politiche Culturali
Patrizia Bartolomeo – assessore alle Pari Opportunità

Pesavamo ogni parola, ogni virgola perché quello che stavamo scrivendo doveva servire anche per il futuro […] e sapevamo che per noi donne era un’occasione da non perdere. Nadia Gallico Spano - Madre Costituente

AL SEGGIO SENZA ROSSETTO
70 anni fa il primo voto delle donne in Italia

Sul Corriere della Sera, in occasione del primo voto delle donne, appariva una raccomandazione che le esortava ad andare a votare senza rossetto per evitare di lasciare segni di riconoscimento sulla scheda.

Sabato 17 settembre 2016 - ore 15
Centro culturale Il Pertini - Auditorium - piazza Confalonieri 3

La mostra è visitabile presso Il Pertini fino a mercoledì 28 settembre 2016 negli orari di apertura del Centro culturale

Intervengono:

MIRELLA ALLOISIO - nome di battaglia Rossella, partigiana, presidente onorario dell’A.N.P.I. di Perugia
Dalla partecipazione alla Resistenza al diritto di voto

DEBORA MIGLIUCCI - storica, direttrice dell’Archivio del Lavoro C.G.I.L. Milano
Parità di diritti nel lavoro e nella società

BARBARA PEZZINI - docente di Diritto Costituzionale - Università di Bergamo
Dal contributo delle Costituenti: settant’anni di battaglie e di conquiste

Coordina: LORENZA GHIDINI - giornalista di Radio Popolare

ANNA CAPORUSSO, ROSARIA DISTEFANO
Intervento musicale: SI FA per dire

DANIELA CAVALLINI
Letture: Voci di donne nella secolare battaglia per il voto

Proiezione dei filmati:
Le nostre ragazze del ‘46 rievocano la prima volta
Cosa ci ricordiamo di quel 2 giugno 1946?

Realizzati da: MAURIZIO ZAMPINI con A.N.P.I. e C.D.S.

ORNELLA RAVAGLIA - responsabile Gruppo Memoria Storica e Formazione A.N.P.I. Regionale Lombardia
Presenta la mostra: Il difficile cammino delle donne per la conquista della libertà e della parità

Iniziativa dell’Amministrazione comunale - coordinamento: Centro Documentazione Storica.

A cura di:
A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) - sezione di Cinisello Balsamo.

Con il patrocinio di:
A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) Comitato Provinciale di Milano;
Archivio del Lavoro C.G.I.L. Milano.

Si ringrazia:
R.S.A. Residenza del Sole;
Auser Insieme - Centro Aggregazione Anziani Costa;
le signore: Luigia Annostini, Franca Rita Bianchi, Dorina Cattaneo, Alessandrina Rosa Cazzaniga, Rosa Digiuni, Carolina Ghisleni, Maria Meroni, Virginia Radaelli;
i cittadini che hanno accettato di farsi intervistare.

La fotografia è di Federico Patellani © Studio Federico Patellani - Regione Lombardia - Museo di Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo-Milano

Info

Centro Documentazione Storica
Centro Culturale Il Pertini
piazza Confalonieri 3 - 20092 Cinisello Balsamo (Mi)
cds@comune.cinisello-balsamo.mi.it
tel. +39-02.66023506

PDF - 1018.9 Kb
Manifesto
PDF - 163.4 Kb
Biografia di Mirella Alloisio
PDF - 167.9 Kb
Curriculum di Debora Migliucci
PDF - 137.1 Kb
Curriculum di Barbara Pezzini

Il Decreto Legislativo del 31 gennaio 1945 sancì il suffragio universale, ma non l’eleggibilità delle donne che sarà introdotta il 10 marzo 1946. In quella stessa data le italiane votarono per la prima volta per le elezioni amministrative.

Nell’aprile 1945 si insediò la Consulta, il primo organismo politico nazionale in cui entrarono 13 donne, alle quali fu affidato il compito di elaborare una legge elettorale per l’ Assemblea costituente.

Il 2 giugno 1946 le donne tornarono ai seggi in occasione del referendum istituzionale per la scelta tra Monarchia e Repubblica e per eleggere i membri dell’ Assemblea Costituente. Su un totale di 556 deputati furono elette 21 donne.

Per la maggior parte di loro fu determinante la partecipazione alla Resistenza. Con gradi diversi di impegno e tenendo presenti le posizioni dei rispettivi partiti, spesso fecero causa comune sui temi dell’emancipazione femminile, ai quali fu dedicata, in prevalenza, la loro attenzione. La loro intensa passione politica le portò a superare i tanti ostacoli che all’epoca resero difficile la partecipazione delle donne alla vita politica.

Oggi, a settant’anni di distanza, la condizione delle donne in Italia è mutata, sono infatti presenti in ogni campo della vita istituzionale, politica, economica, sociale e culturale; hanno conquistato parità nella famiglia e il riconoscimento formale dei propri diritti. Un lungo e difficile cammino con moltissime battaglie affrontate, molte vinte e altre da vincere da parte di tutte le donne, anche delle tante "nuove cittadine" ancora prive dei più elementari diritti.

Siria Trezzi - sindaco
Andrea Catania - assessore alle Politiche Culturali
Patrizia Bartolomeo – assessore alle Pari Opportunità

Pesavamo ogni parola, ogni virgola perché quello che stavamo scrivendo doveva servire anche per il futuro […] e sapevamo che per noi donne era un’occasione da non perdere. Nadia Gallico Spano - Madre Costituente

AL SEGGIO SENZA ROSSETTO
70 anni fa il primo voto delle donne in Italia

Sul Corriere della Sera, in occasione del primo voto delle donne, appariva una raccomandazione che le esortava ad andare a votare senza rossetto per evitare di lasciare segni di riconoscimento sulla scheda.

Sabato 17 settembre 2016 - ore 15
Centro culturale Il Pertini - Auditorium - piazza Confalonieri 3

La mostra è visitabile presso Il Pertini fino a mercoledì 28 settembre 2016 negli orari di apertura del Centro culturale

Intervengono:

MIRELLA ALLOISIO - nome di battaglia Rossella, partigiana, presidente onorario dell’A.N.P.I. di Perugia
Dalla partecipazione alla Resistenza al diritto di voto

DEBORA MIGLIUCCI - storica, direttrice dell’Archivio del Lavoro C.G.I.L. Milano
Parità di diritti nel lavoro e nella società

BARBARA PEZZINI - docente di Diritto Costituzionale - Università di Bergamo
Dal contributo delle Costituenti: settant’anni di battaglie e di conquiste

Coordina: LORENZA GHIDINI - giornalista di Radio Popolare

ANNA CAPORUSSO, ROSARIA DISTEFANO
Intervento musicale: SI FA per dire

DANIELA CAVALLINI
Letture: Voci di donne nella secolare battaglia per il voto

Proiezione dei filmati:
Le nostre ragazze del ‘46 rievocano la prima volta
Cosa ci ricordiamo di quel 2 giugno 1946?

Realizzati da: MAURIZIO ZAMPINI con A.N.P.I. e C.D.S.

ORNELLA RAVAGLIA - responsabile Gruppo Memoria Storica e Formazione A.N.P.I. Regionale Lombardia
Presenta la mostra: Il difficile cammino delle donne per la conquista della libertà e della parità

Iniziativa dell’Amministrazione comunale - coordinamento: Centro Documentazione Storica.

A cura di:
A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) - sezione di Cinisello Balsamo.

Con il patrocinio di:
A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) Comitato Provinciale di Milano;
Archivio del Lavoro C.G.I.L. Milano.

Si ringrazia:
R.S.A. Residenza del Sole;
Auser Insieme - Centro Aggregazione Anziani Costa;
le signore: Luigia Annostini, Franca Rita Bianchi, Dorina Cattaneo, Alessandrina Rosa Cazzaniga, Rosa Digiuni, Carolina Ghisleni, Maria Meroni, Virginia Radaelli;
i cittadini che hanno accettato di farsi intervistare.

La fotografia è di Federico Patellani © Studio Federico Patellani - Regione Lombardia - Museo di Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo-Milano

Info

Centro Documentazione Storica
Centro Culturale Il Pertini
piazza Confalonieri 3 - 20092 Cinisello Balsamo (Mi)
cds@comune.cinisello-balsamo.mi.it
tel. +39-02.66023506

PDF - 1018.9 Kb
Manifesto
PDF - 163.4 Kb
Biografia di Mirella Alloisio
PDF - 167.9 Kb
Curriculum di Debora Migliucci
PDF - 137.1 Kb
Curriculum di Barbara Pezzini
33633

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022