Servizi e progetti > Il Pertini > Attività > Iniziative per tutti

"Chiamatemi Federico" Garcìa Lorca si racconta

In occasione della Giornata Mondiale della Poesia, il Centro culturale Il Pertini organizza un incontro per omaggiare uno dei poeti più conosciuti ed amati al mondo.

Introduzione di Andrea Catania, assessore alle Politiche culturali


Perché Federico García Lorca?

Perché amava la sua terra ma abbracciava il mondo intero.
Perché amava la musica e la pittura e il bello.
Perché ha detto «che bella cosa la cortesia».
Perché, senza imporre o insegnare, e senza seguire un’ ideologia politica, ha portato il buon teatro, antico o rivoluzionario che fosse, ovunque e a chiunque, in forma libera, anonima e gratuita.
Perché amava la vita (ha pianto come un bambino mentre lo trascinavano davanti al plotone di esecuzione).
Perché è stato molto amato, e perché è stato in amore respinto, e non li ha potuti gridare il suo strazio e la sua passione, e si è rifugiato in altro, vivendo.


Personaggi e interpreti

Luna Clara Hauff
Federico Franco Ciani
Donna Rosita Valentina Tombini
Don Cristóbal Marco Cuzzi
Isabel Nicoletta Vitelli
Bernarda Alba Antonia Fusano
Maestro Marco Biassoni
Allieva Francesca del Moro
Allievo Federico Biraghi

Poesia Giusi Renzetti
Voce narrante Desi Radaelli
Accompagnamento Civica Scuola di Musica
Luci Giorgio Menegardo

Ideato e condotto da Clara Hauff
A cura di Oneiros Teatro
e Circolo Culturale Pablo Neruda (Amici della Poesia, Scuola di Danza)


«Io ho lottato tutta la vita per accendere un lume nei luoghi più bui.
E quando la gente era li pronta a tirare il collo alla colomba,
ho fermato la mano e l’ho aiutata a volare.»

PDF - 714.4 Kb
Federico Garcìa Lorca - Giornata internzazionale della poesia 2016

EVENTO

In occasione della Giornata Mondiale della Poesia, il Centro culturale Il Pertini organizza un incontro per omaggiare uno dei poeti più conosciuti ed amati al mondo.

Introduzione di Andrea Catania, assessore alle Politiche culturali


Perché Federico García Lorca?

Perché amava la sua terra ma abbracciava il mondo intero.
Perché amava la musica e la pittura e il bello.
Perché ha detto «che bella cosa la cortesia».
Perché, senza imporre o insegnare, e senza seguire un’ ideologia politica, ha portato il buon teatro, antico o rivoluzionario che fosse, ovunque e a chiunque, in forma libera, anonima e gratuita.
Perché amava la vita (ha pianto come un bambino mentre lo trascinavano davanti al plotone di esecuzione).
Perché è stato molto amato, e perché è stato in amore respinto, e non li ha potuti gridare il suo strazio e la sua passione, e si è rifugiato in altro, vivendo.


Personaggi e interpreti

Luna Clara Hauff
Federico Franco Ciani
Donna Rosita Valentina Tombini
Don Cristóbal Marco Cuzzi
Isabel Nicoletta Vitelli
Bernarda Alba Antonia Fusano
Maestro Marco Biassoni
Allieva Francesca del Moro
Allievo Federico Biraghi

Poesia Giusi Renzetti
Voce narrante Desi Radaelli
Accompagnamento Civica Scuola di Musica
Luci Giorgio Menegardo

Ideato e condotto da Clara Hauff
A cura di Oneiros Teatro
e Circolo Culturale Pablo Neruda (Amici della Poesia, Scuola di Danza)


«Io ho lottato tutta la vita per accendere un lume nei luoghi più bui.
E quando la gente era li pronta a tirare il collo alla colomba,
ho fermato la mano e l’ho aiutata a volare.»

PDF - 714.4 Kb
Federico Garcìa Lorca - Giornata internzazionale della poesia 2016
32166
32169

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022