Area Stampa > Comunicati Stampa > 2015 > Novembre 2015

Rinnovato l’accordo per il canone concordato: uno strumento contro il disagio abitativo

Dopo 16 anni Cinisello Balsamo rinnova l’Accordo Territoriale sulle Locazioni Abitative. Nella giornata di ieri, il sindaco Siria Trezzi, i rappresentanti delle associazioni sindacali degli inquilini e le principali organizzazioni rappresentative della proprietà edilizia hanno sottoscritto il nuovo accordo che sostituisce integralmente il testo finora vigente, datato 1999.

Per le associazioni degli inquilini erano presenti il SUNIA Provinciale, la UIL-UNIAT Provinciale, il C.O.N.I.A., Provinciale; mentre per le associazioni dei proprietari hanno partecipato ASSOEDILIZIA, aderente alla CONFEDILIZIA, e U.P.P.I. Provinciale.

«Ringrazio le parti per aver condiviso con il Comune di Cinisello Balsamo l’obiettivo di rinnovare il patto territoriale e di dare nuovo slancio alla locazione a canone concordato – ha affermato Siria Trezzi –. Il risultato raggiunto oggi è certamente il punto d’arrivo di un percorso di rivisitazione delle Politiche abitative iniziato oltre un anno fa con la costituzione dell’Agenzia per la Casa ma è anche un punto di partenza, una leva con cui speriamo di dare risposta ad alcune forme di difficoltà abitative espresse dalla nostra città. Da un lato, ad esempio, quello delle famiglie che non riescono più a sostenere i canoni del mercato privato ma non hanno i requisiti per l’Erp. Dall’altro, quello dei proprietari dei molti appartamenti ancora sfitti. Con le parti si è concordata una verifica tra un anno dell’applicazione del nuovo canone»

Il risparmio per gli inquilini, dovuto ad un canone calmierato calcolato sulla base degli indicatori contenuti nel patto, è reso possibile grazie al vantaggio che anche il proprietario dell’immobile potrà trarre stipulando questi tipi di contratto: con il “Piano Casa” sarà infatti possibile una rilevante agevolazione fiscale, la cosiddetta “cedolare secca”, che per i Contratti Concordati è del 10% (rispetto al 21% dei Contratti “liberi”).

In aggiunta l’Amministrazione Comunale alleggerisce l’Imposta Municipale Unica sugli immobili locati con questo tipo di contratto al valore minimo del 4 per mille. Ulteriore vantaggio la durata minima di 3 anni più altri due di rinnovo automatico (3+2) invece di quattro più quattro come le locazioni ordinarie.

Si aggiunge anche il fatto che l’importo del canone verrà determinato in base alle tre zone in cui Cinisello Balsamo è suddivisa (Centro, S. Eusebio, Crocetta), sono poi previste tre sub-fasce di canone a seconda delle condizioni oggettive dell’immobile; i valori sono mediamente inferiori di circa il 25% a quelli del libero mercato.
Il testo integrale dell’Accordo locale e il contratto-tipo saranno presto disponibili nella sezione Agenzia della Casa del sito web del Comune.
L’Agenzia per la Casa, in aggiunta alle agevolazioni fiscali previste dalla normativa vigente, mette inoltre a disposizione una serie di specifici incentivi economici.
Il Comune di Cinisello Balsamo ha infatti promosso una serie di misure (integrando anche fondi provenienti da Stato e Regione) prevedendo un bando, di prossima pubblicazione, rivolto ai cittadini che abbiano un I.S.E.E. non superiore a 26 mila euro, con l’obiettivo di ridurre il rischio di sfratto e stimolare l’uso del canone concordato sia per i nuovi contratti sia per la conversione di quelli già in corso e a rischio di morosità.
I fondi complessivamente messi a disposizione a sostegno delle misure, di durata pluriennale, ammontano a oltre 580.000 euro e sono destinati ad attivare strumenti diversi, tra cui: un Fondo di Garanzia, che tutela il proprietario che affitta a canone concordato fino a 12 mensilità in caso di eventuale morosità dell’inquilino, e un Contributo ai Proprietari, erogato una tantum per coloro che passano o stipulano un contratto a canone concordato.

Dopo 16 anni Cinisello Balsamo rinnova l’Accordo Territoriale sulle Locazioni Abitative. Nella giornata di ieri, il sindaco Siria Trezzi, i rappresentanti delle associazioni sindacali degli inquilini e le principali organizzazioni rappresentative della proprietà edilizia hanno sottoscritto il nuovo accordo che sostituisce integralmente il testo finora vigente, datato 1999.

Per le associazioni degli inquilini erano presenti il SUNIA Provinciale, la UIL-UNIAT Provinciale, il C.O.N.I.A., Provinciale; mentre per le associazioni dei proprietari hanno partecipato ASSOEDILIZIA, aderente alla CONFEDILIZIA, e U.P.P.I. Provinciale.

«Ringrazio le parti per aver condiviso con il Comune di Cinisello Balsamo l’obiettivo di rinnovare il patto territoriale e di dare nuovo slancio alla locazione a canone concordato – ha affermato Siria Trezzi –. Il risultato raggiunto oggi è certamente il punto d’arrivo di un percorso di rivisitazione delle Politiche abitative iniziato oltre un anno fa con la costituzione dell’Agenzia per la Casa ma è anche un punto di partenza, una leva con cui speriamo di dare risposta ad alcune forme di difficoltà abitative espresse dalla nostra città. Da un lato, ad esempio, quello delle famiglie che non riescono più a sostenere i canoni del mercato privato ma non hanno i requisiti per l’Erp. Dall’altro, quello dei proprietari dei molti appartamenti ancora sfitti. Con le parti si è concordata una verifica tra un anno dell’applicazione del nuovo canone»

Il risparmio per gli inquilini, dovuto ad un canone calmierato calcolato sulla base degli indicatori contenuti nel patto, è reso possibile grazie al vantaggio che anche il proprietario dell’immobile potrà trarre stipulando questi tipi di contratto: con il “Piano Casa” sarà infatti possibile una rilevante agevolazione fiscale, la cosiddetta “cedolare secca”, che per i Contratti Concordati è del 10% (rispetto al 21% dei Contratti “liberi”).

In aggiunta l’Amministrazione Comunale alleggerisce l’Imposta Municipale Unica sugli immobili locati con questo tipo di contratto al valore minimo del 4 per mille. Ulteriore vantaggio la durata minima di 3 anni più altri due di rinnovo automatico (3+2) invece di quattro più quattro come le locazioni ordinarie.

Si aggiunge anche il fatto che l’importo del canone verrà determinato in base alle tre zone in cui Cinisello Balsamo è suddivisa (Centro, S. Eusebio, Crocetta), sono poi previste tre sub-fasce di canone a seconda delle condizioni oggettive dell’immobile; i valori sono mediamente inferiori di circa il 25% a quelli del libero mercato.
Il testo integrale dell’Accordo locale e il contratto-tipo saranno presto disponibili nella sezione Agenzia della Casa del sito web del Comune.
L’Agenzia per la Casa, in aggiunta alle agevolazioni fiscali previste dalla normativa vigente, mette inoltre a disposizione una serie di specifici incentivi economici.
Il Comune di Cinisello Balsamo ha infatti promosso una serie di misure (integrando anche fondi provenienti da Stato e Regione) prevedendo un bando, di prossima pubblicazione, rivolto ai cittadini che abbiano un I.S.E.E. non superiore a 26 mila euro, con l’obiettivo di ridurre il rischio di sfratto e stimolare l’uso del canone concordato sia per i nuovi contratti sia per la conversione di quelli già in corso e a rischio di morosità.
I fondi complessivamente messi a disposizione a sostegno delle misure, di durata pluriennale, ammontano a oltre 580.000 euro e sono destinati ad attivare strumenti diversi, tra cui: un Fondo di Garanzia, che tutela il proprietario che affitta a canone concordato fino a 12 mensilità in caso di eventuale morosità dell’inquilino, e un Contributo ai Proprietari, erogato una tantum per coloro che passano o stipulano un contratto a canone concordato.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022