Servizi e progetti > Polizia Locale > Uffici > Verbali

Come e a chi fare ricorso

Ricorso alle sanzioni amministrative al codice della strada:

Una sanzione amministrativa che riteniamo applicata in modo sbagliato secondo le previsioni del codice della strada può essere impugnata davanti al prefetto o in via alternativa davanti al giudice di pace. Qualora si scelga la prima soluzione, in caso di mancato accoglimento dello scritto difensivo, il Prefetto ordina il pagamento di una sanzione che solitamente corrisponde al doppio di quello che nella maggioranza dei casi si doveva pagare. Se i motivi della decisione di questa autorità non si ritengono validi, vi è la possibilità di inoltrare ricorso in opposizione davanti al giudice di pace.

Modalità e termini per ricorrere

RICORSO AL PREFETTO. Il ricorso al Prefetto per una sanzione amministrativa contestata o notificata va presentata ENTRO 60 GIORNI. La scadenza slitta di un giorno se cade di festivo. Il ricorso può essere inoltrato direttamente al Prefetto, il quale fa richiesta all’ufficio di Polizia Locale delle relative controdeduzioni, oppure, è possibile ed opportuno presentarlo per il tramite del Comando di Polizia Locale di via Gozzano 6 a Cinisello Balsamo, allegando copia del verbale e altra documentazione utile a dimostrare l’irregolarità del verbale. La documentazione deve essere protocollata in piazza Confalonieri 5 presso l’ufficio protocollo del Comune di Cinisello Balsamo.

RICORSO AL GIUDICE DI PACE. In alternativa al Prefetto ci si può rivolgere al Giudice di Pace. Il ricorso va presentato entro 30 giorni dal ricevimento del verbale, alla Cancelleria di Stato del Giudice di Pace del Tribunale di Monza in Via Borgazzi 27 oppure spedito con plico raccomandato. Dal 01/01/2010 alla presentazione del ricorso occorre pagare il contributo unificato di € 30,00 più € 8,00 di marca da bollo. La presentazione del ricorso al Giudice di Pace esclude la possibilità di rivolgersi al Prefetto e viceversa. Nel caso in cui è stato presentato al Prefetto senza successo, è ammesso ricorso in opposizione al Giudice di Pace. Nel caso in cui si effettua il pagamento in misura ridotta, il ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace non può essere accolto. Le decisioni del giudice di pace dal 2 marzo 2006, sono appellabili davanti al Giudice Unico del Tribunale civile entro 30 giorni dal deposito della sentenza anche senza l’assistenza del legale come già avviene per il Giudice di Pace.

Come presentare il ricorso

Il ricorso va presentato in carta semplice (in quattro copie al Giudice di Pace) e deve contenere: data di presentazione, estremi del verbale, generalità di chi fa il ricorso, dati identificativi del veicolo, chiara indicazione delle ragioni del ricorso, copia di ogni documento che attesti quanto affermato, e la firma in calce oltre a quella su ogni foglio se il documento è separato.

Attenzione

In caso di verbali che riguardano un veicolo già venduto, o altre irregolarità sostanziali, è possibile notiziarle al Comando di Polizia Locale, con la documentazione in possesso, per il riesame della procedura e l’archiviazione d’ufficio.

Data ultima modifica: 6 febbraio 2017

Ricorso alle sanzioni amministrative al codice della strada:

Una sanzione amministrativa che riteniamo applicata in modo sbagliato secondo le previsioni del codice della strada può essere impugnata davanti al prefetto o in via alternativa davanti al giudice di pace. Qualora si scelga la prima soluzione, in caso di mancato accoglimento dello scritto difensivo, il Prefetto ordina il pagamento di una sanzione che solitamente corrisponde al doppio di quello che nella maggioranza dei casi si doveva pagare. Se i motivi della decisione di questa autorità non si ritengono validi, vi è la possibilità di inoltrare ricorso in opposizione davanti al giudice di pace.

Modalità e termini per ricorrere

RICORSO AL PREFETTO. Il ricorso al Prefetto per una sanzione amministrativa contestata o notificata va presentata ENTRO 60 GIORNI. La scadenza slitta di un giorno se cade di festivo. Il ricorso può essere inoltrato direttamente al Prefetto, il quale fa richiesta all’ufficio di Polizia Locale delle relative controdeduzioni, oppure, è possibile ed opportuno presentarlo per il tramite del Comando di Polizia Locale di via Gozzano 6 a Cinisello Balsamo, allegando copia del verbale e altra documentazione utile a dimostrare l’irregolarità del verbale. La documentazione deve essere protocollata in piazza Confalonieri 5 presso l’ufficio protocollo del Comune di Cinisello Balsamo.

RICORSO AL GIUDICE DI PACE. In alternativa al Prefetto ci si può rivolgere al Giudice di Pace. Il ricorso va presentato entro 30 giorni dal ricevimento del verbale, alla Cancelleria di Stato del Giudice di Pace del Tribunale di Monza in Via Borgazzi 27 oppure spedito con plico raccomandato. Dal 01/01/2010 alla presentazione del ricorso occorre pagare il contributo unificato di € 30,00 più € 8,00 di marca da bollo. La presentazione del ricorso al Giudice di Pace esclude la possibilità di rivolgersi al Prefetto e viceversa. Nel caso in cui è stato presentato al Prefetto senza successo, è ammesso ricorso in opposizione al Giudice di Pace. Nel caso in cui si effettua il pagamento in misura ridotta, il ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace non può essere accolto. Le decisioni del giudice di pace dal 2 marzo 2006, sono appellabili davanti al Giudice Unico del Tribunale civile entro 30 giorni dal deposito della sentenza anche senza l’assistenza del legale come già avviene per il Giudice di Pace.

Come presentare il ricorso

Il ricorso va presentato in carta semplice (in quattro copie al Giudice di Pace) e deve contenere: data di presentazione, estremi del verbale, generalità di chi fa il ricorso, dati identificativi del veicolo, chiara indicazione delle ragioni del ricorso, copia di ogni documento che attesti quanto affermato, e la firma in calce oltre a quella su ogni foglio se il documento è separato.

Attenzione

In caso di verbali che riguardano un veicolo già venduto, o altre irregolarità sostanziali, è possibile notiziarle al Comando di Polizia Locale, con la documentazione in possesso, per il riesame della procedura e l’archiviazione d’ufficio.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022