COME CAMBIA LA GUERRA: DALLA PRIMA GUERRA MONDIALE AL CONFLITTO BELLICO ASIMMETRICO

Titolo dell’attività: COME CAMBIA LA GUERRA - DALLA PRIMA GUERRA MONDIALE AL CONFLITTO BELLICO ASIMMETRICO

L’attività è a disponibilità limitata e prevede un rimborso indicativo di 10 euro ad alunno da definirsi rispetto al numero complessivo degli alunni della classe

Destinatari:
Scuole Secondarie di Primo Grado; Scuole secondarie di Secondo Grado

Classi: terza della Secondaria di Primo Grado e tutte le classi della Secondaria di Secondo Grado

Numero massimo di alunni e docenti:
Max 2 classi a laboratorio

Dove:
presso la scuola

Descrizione dell’attività: L’attività è articolata in 3 lezioni:

  • Lezione 1. Glossario: parole per capire la guerra e i suoi cambiamenti

Durante il primo incontro si affronteranno assieme alla classe il significato e la trasformazione di termini e concetti legati alla cosiddetta “rivoluzione militare” del Novecento. Partendo dalla Prima guerra mondiale si analizzeranno, tramite esempi concreti e dialogo con gli studenti, i cambiamenti nei modi di fare la guerra nel corso del secolo, per giungere fino alle forme contemporanee di conflitto, concludendo con la condizione attuale definita secondo i parametri dell’asimmetria.

  • Lezione 2. Uranica: un gioco didattico per comprendere la guerra contemporanea

Cinque paesi, dieci obiettivi strategici e un contesto fanta-politico in cui mettere in pratica attivamente le diverse forme della guerra asimmetrica. Uranica è un gioco di simulazione didattica per le scuole medie che offre agli studenti un’esperienza di applicazione pratica dei concetti di guerra coperta, guerra economica, guerra mediatica e guerra irregolare, affrontati nell’incontro precedente.
Il gioco consente di stimolare un uso critico della storia che altrimenti sarebbe molto difficile attivare e consente a livello immediato di acquisire conoscenze e competenze altrimenti difficili da raggiungere.
Gli studenti sono chiamati a lavorare in gruppo, ideare una strategia coerente con i propri obiettivi di gioco e usare in modo consapevole le loro conoscenze storiche. La parte finale dell’incontro è dedicata, secondo la metodologia dei giochi storico-didattici, al debriefing: l’analisi e la riflessione sullo svolgimento del gioco, fatta principalmente dagli studenti, per fargli prendere consapevolezza dell’acquisizione didattica avvenuta, soprattutto alla luce della rivelazione del contesto reale cui è ispirato il gioco.

  • Lezione 3. La guerra oggi: un caso studio

Dopo aver affrontato la parte analitica e di simulazione didattica, l’ultimo incontro è dedicato ad affrontare un caso studio particolare di conflitto asimmetrico contemporaneo. Forti dell’esperienza delle due lezioni precedenti, si affronterà con gli studenti la storia, l’evoluzione, le modalità e le forme di una guerra attuale e tuttora in corso. Ci si avvarrà di una selezione di fonti (giornali, internet, video e mappe) per aiutare il momento di studio da parte degli studenti.

Obiettivi:

Comprendere come si è evoluto il concetto di guerra nel secolo scorso, far acquisire consapevolezza sull’importanza della scelta e della decisione all’interno di una situazione conflittuale.

Attività ideata e realizzata da: LAPSUS (Laboratorio di analisi storica del mondo contemporaneo)

Per eventuali approfondimenti: http://www.laboratoriolapsus.it/proposte-didattiche-per-le-scuole/come-cambia-la-guerra/