Area Stampa > Comunicati Stampa > 2014 > Settembre 2014

Il Centro culturale festeggia il suo secondo compleanno con un omaggio al Presidente Sandro Pertini

Il cuore pulsante della cultura di Cinisello Balsamo festeggerà il suo secondo compleanno celebrando Sandro Pertini, con un programma ricco di appuntamenti che ne approfondiranno la storia. L’iniziativa è stata organizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con ANPI di Cinisello Balsamo, FIAP (Federazione Italiana Associazioni Partigiane) e Lapsus (Laboratorio di analisi storica del mondo contemporaneo); con il patrocinio del Comune di Stella, paese natale di Sandro Pertini, Fondazione Sandro Pertini, Associazione Nazionale Sandro Pertini, Fondazione Circolo Fratelli Rosselli, ANPI Lombardia e ANPI Milano.
Il 14 novembre 2002 il Consiglio comunale di Cinisello Balsamo si esprimeva a favore dell’intitolazione del nuovo Centro culturale alla memoria del Presidente della Repubblica Italiana Sandro Pertini. Motivava questa scelta riconoscendo nella sua figura quella capacità morale e politica di guidare il Paese nel solco degli ideali di Giustizia, Libertà, Solidarietà e Democrazia. Nell’aprile 2010 dopo aver consultato i cittadini l’Amministrazione scelse il nome “Il Pertini”, particolarmente gradito.

"Dopo i festeggiamenti dello scorso anno, in questa occasione abbiamo voluto ricordare una figura di valore come quella di Sandro Pertini, di cui il Centro culturale ha preso il nome - dichiara l’assessore alla Cultura Andrea Catania -. Con questa ricorrenza desideriamo sottolineare come un investimento in cultura sia sempre un’eredità importante che si lascia alle nuove generazioni”

Il programma si svilupperà nelle giornate di sabato 20 settembre, dalle 15.30 presso Villa Ghirlanda Silva, e sabato 27 settembre, dalle 15.00 al Pertini con una serie di interventi che ripercorreranno la militanza di Pertini nel Partito Socialista, il suo impegno nella lotta antifascista e partigiana e nel ruolo di Presidente della Camera prima e della Repubblica poi. Segnaliamo che sabato 27 settembre avrà luogo la proiezione del film documentario “Mi mancherai. Ricordo di Sandro Pertini” di Vittorio Giacci (2008). Inoltre, da domenica 21 settembre a domenica 5 ottobre sarà possibile visitare in Villa Ghirlanda e al Pertini la mostra intitolata “Sandro Pertini: un secolo di storia italiana”. I lavori di ricerca storica sono a cura del Centro di Documentazione Storica, che quest’anno festeggia il suo ventesimo anniversario.

“In tempi in cui la cultura vive momenti difficili è motivo di orgoglio vedere il nostro centro culturale così vivo e capace di rispondere alla richiesta di informazione e socializzazione; un’esigenza che non riguarda solo gli studenti ma anche le famiglie – afferma il sindaco Siria Trezzi -. In quella che viene definita “era del digitale” è incoraggiante vedere che la biblioteca si conferma soprattutto per i giovani un punto di riferimento. Il successo si deve anche alla capacità del Pertini di integrare i servizi bibliotecari con quelli digitali e di proporre iniziative all’insegna della multiculturalità”.

Inoltre, Il Pertini richiama l’attenzione della stampa, in particolare delle riviste di settore come esempio di architettura innovativa.

Il successo del Centro è cresciuto nel giro di un solo anno di attività, estendendosi ben oltre i confini comunali. Anche i numeri lo confermano: i dati relativi al numero di attività, partecipanti a iniziative ed ingressi del primo semestre del 2014 superano quelli dell’intero 2011, prima del trasloco nella nuova sede.

Raffrontando il primo semestre 2013 con il primo semestre 2014, gli ingressi passano da 290.524 a 291.725; il numero dei partecipanti ad iniziative da 12.743 a 14.659 (primi sette mesi 2014); i prestiti, già notevolmente sviluppati con standard superiori alle medie nazionali, passano da 169.886 a 176.840; gli iscritti al prestito, infine, sono aumentati di circa 300 unità.

Rispetto alla precedente sede il numero di computer disponibili al pubblico da 15 unità sale a 53; si aggiunge il servizio wi-fi gratuito e senza limiti di tempo in tutta la struttura.

Il merito, oltre che del personale qualificato, è anche delle diverse realtà associative locali con le quali sono state attivate numerose collaborazioni.

Il cuore pulsante della cultura di Cinisello Balsamo festeggerà il suo secondo compleanno celebrando Sandro Pertini, con un programma ricco di appuntamenti che ne approfondiranno la storia. L’iniziativa è stata organizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con ANPI di Cinisello Balsamo, FIAP (Federazione Italiana Associazioni Partigiane) e Lapsus (Laboratorio di analisi storica del mondo contemporaneo); con il patrocinio del Comune di Stella, paese natale di Sandro Pertini, Fondazione Sandro Pertini, Associazione Nazionale Sandro Pertini, Fondazione Circolo Fratelli Rosselli, ANPI Lombardia e ANPI Milano.
Il 14 novembre 2002 il Consiglio comunale di Cinisello Balsamo si esprimeva a favore dell’intitolazione del nuovo Centro culturale alla memoria del Presidente della Repubblica Italiana Sandro Pertini. Motivava questa scelta riconoscendo nella sua figura quella capacità morale e politica di guidare il Paese nel solco degli ideali di Giustizia, Libertà, Solidarietà e Democrazia. Nell’aprile 2010 dopo aver consultato i cittadini l’Amministrazione scelse il nome “Il Pertini”, particolarmente gradito.

"Dopo i festeggiamenti dello scorso anno, in questa occasione abbiamo voluto ricordare una figura di valore come quella di Sandro Pertini, di cui il Centro culturale ha preso il nome - dichiara l’assessore alla Cultura Andrea Catania -. Con questa ricorrenza desideriamo sottolineare come un investimento in cultura sia sempre un’eredità importante che si lascia alle nuove generazioni”

Il programma si svilupperà nelle giornate di sabato 20 settembre, dalle 15.30 presso Villa Ghirlanda Silva, e sabato 27 settembre, dalle 15.00 al Pertini con una serie di interventi che ripercorreranno la militanza di Pertini nel Partito Socialista, il suo impegno nella lotta antifascista e partigiana e nel ruolo di Presidente della Camera prima e della Repubblica poi. Segnaliamo che sabato 27 settembre avrà luogo la proiezione del film documentario “Mi mancherai. Ricordo di Sandro Pertini” di Vittorio Giacci (2008). Inoltre, da domenica 21 settembre a domenica 5 ottobre sarà possibile visitare in Villa Ghirlanda e al Pertini la mostra intitolata “Sandro Pertini: un secolo di storia italiana”. I lavori di ricerca storica sono a cura del Centro di Documentazione Storica, che quest’anno festeggia il suo ventesimo anniversario.

“In tempi in cui la cultura vive momenti difficili è motivo di orgoglio vedere il nostro centro culturale così vivo e capace di rispondere alla richiesta di informazione e socializzazione; un’esigenza che non riguarda solo gli studenti ma anche le famiglie – afferma il sindaco Siria Trezzi -. In quella che viene definita “era del digitale” è incoraggiante vedere che la biblioteca si conferma soprattutto per i giovani un punto di riferimento. Il successo si deve anche alla capacità del Pertini di integrare i servizi bibliotecari con quelli digitali e di proporre iniziative all’insegna della multiculturalità”.

Inoltre, Il Pertini richiama l’attenzione della stampa, in particolare delle riviste di settore come esempio di architettura innovativa.

Il successo del Centro è cresciuto nel giro di un solo anno di attività, estendendosi ben oltre i confini comunali. Anche i numeri lo confermano: i dati relativi al numero di attività, partecipanti a iniziative ed ingressi del primo semestre del 2014 superano quelli dell’intero 2011, prima del trasloco nella nuova sede.

Raffrontando il primo semestre 2013 con il primo semestre 2014, gli ingressi passano da 290.524 a 291.725; il numero dei partecipanti ad iniziative da 12.743 a 14.659 (primi sette mesi 2014); i prestiti, già notevolmente sviluppati con standard superiori alle medie nazionali, passano da 169.886 a 176.840; gli iscritti al prestito, infine, sono aumentati di circa 300 unità.

Rispetto alla precedente sede il numero di computer disponibili al pubblico da 15 unità sale a 53; si aggiunge il servizio wi-fi gratuito e senza limiti di tempo in tutta la struttura.

Il merito, oltre che del personale qualificato, è anche delle diverse realtà associative locali con le quali sono state attivate numerose collaborazioni.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022