Servizi e progetti > Il Pertini > Attività > Archivio > Iniziative anno 2014

Presentazione del libro "La Ballata di Corinna"

Domenica 9 marzo 2014 | ore 16.00

Intervengono
Beppino Englaro , Socio Consulta Bioetica di Milano
Monica Fabbri , Commissione bioetica Tavola Valdese
Siria Trezzi , Sindaco
Patrizia Bartolomeo , Assessore alle Pari Opportunità
Daniela Cavallini ed Elisabetta Spaini leggono alcuni brani del libro

Il libro:
Una madre. Una figlia. Due donne a confronto. Un libro scritto a quattro mani che inizia la sua storia nella Roma del ’68. Una ventenne universitaria che vive in prima persona i cambiamenti dell’epoca, scopre di aspettare un figlio. O meglio, una figlia. La chiamerà come la sua eroina e antenata ottocentesca: “la determinazione, il coraggio e la disperazione di Corinna mi avevano sempre affascinato.” Come quella donna anche la sua Corinna imparerà subito a lottare per vivere.
E la lotta per vivere sarà il filo conduttore dell’esistenza di Corinna e del difficile rapporto tra lei e la madre, che si snoda attraverso la continua e incessante lotta per strappare la vita a un destino già segnato.
Nell’infinito via vai tra ospedali italiani e stranieri i due giovani genitori cercheranno una soluzione che non esiste, ma nella lotta per la sopravvivenza troveranno una nuova dimensione esistenziale e cresceranno loro stessi insieme alla figlia.

L’autrice:
Lucia Genga nasce a Roma nel 1948. A 22 anni diviene madre di Corinna, nata con gravi malformazioni interne. Si trasferisce in un piccolo paese dell’Umbria dove vive e collaborata attivamente con l’amministrazione locale per la creazione e la promozione di attività culturali. Laureata in lettere e filosofia ha inseganto in vari licei fino al 1990.

Beppino Englaro (autore della prefazione), classe 1941, è conosciuto in relazione a ciò che accadde a sua figlia Eluana, la ragazza che entrò in coma dopo un incidente stradale. Effettuati tutti gli accertamenti clinici e resosi conto dello stato irreversibile della condizione della figlia, si adoperò in prima persona affinché ne fosse rispettata la volontà, cioè di non vivere una vita in quello stato. Dopo un lunghissimo iter giudiziario la volontà di Eluana si compì nel febbraio 2009.

Presentazione libro

Data ultima modifica: 5 settembre 2016

Intervengono
Beppino Englaro , Socio Consulta Bioetica di Milano
Monica Fabbri , Commissione bioetica Tavola Valdese
Siria Trezzi , Sindaco
Patrizia Bartolomeo , Assessore alle Pari Opportunità
Daniela Cavallini ed Elisabetta Spaini leggono alcuni brani del libro

Il libro:
Una madre. Una figlia. Due donne a confronto. Un libro scritto a quattro mani che inizia la sua storia nella Roma del ’68. Una ventenne universitaria che vive in prima persona i cambiamenti dell’epoca, scopre di aspettare un figlio. O meglio, una figlia. La chiamerà come la sua eroina e antenata ottocentesca: “la determinazione, il coraggio e la disperazione di Corinna mi avevano sempre affascinato.” Come quella donna anche la sua Corinna imparerà subito a lottare per vivere.
E la lotta per vivere sarà il filo conduttore dell’esistenza di Corinna e del difficile rapporto tra lei e la madre, che si snoda attraverso la continua e incessante lotta per strappare la vita a un destino già segnato.
Nell’infinito via vai tra ospedali italiani e stranieri i due giovani genitori cercheranno una soluzione che non esiste, ma nella lotta per la sopravvivenza troveranno una nuova dimensione esistenziale e cresceranno loro stessi insieme alla figlia.

L’autrice:
Lucia Genga nasce a Roma nel 1948. A 22 anni diviene madre di Corinna, nata con gravi malformazioni interne. Si trasferisce in un piccolo paese dell’Umbria dove vive e collaborata attivamente con l’amministrazione locale per la creazione e la promozione di attività culturali. Laureata in lettere e filosofia ha inseganto in vari licei fino al 1990.

Beppino Englaro (autore della prefazione), classe 1941, è conosciuto in relazione a ciò che accadde a sua figlia Eluana, la ragazza che entrò in coma dopo un incidente stradale. Effettuati tutti gli accertamenti clinici e resosi conto dello stato irreversibile della condizione della figlia, si adoperò in prima persona affinché ne fosse rispettata la volontà, cioè di non vivere una vita in quello stato. Dopo un lunghissimo iter giudiziario la volontà di Eluana si compì nel febbraio 2009.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022