Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > Archivio passata legislatura > 2012

n. 238 03.12.2012

RAFFAELE MARTINO

La seconda interrogazione, riguarda un pochino la famosa Via Brodolini, mi spiace che non sia presente il Consigliere Scaffidi, che sempre si occupa di Via Brodolini, però in Via Brodolini, in Via dei Lavoratori sono state soppresse tre fermate del Bus 712 da un bel po’ di tempo, alcuni cittadini parlano di due, tre anni.
Nella fermata di Via Brodolini, davanti al residence, c’è un avviso ATM con la seguente informazione: “Modifica percorso dal 12 settembre per quattro mesi”, le fermate, sono tre, sono state spostate in Via Pacinotti e nella parte finale di Via dei Lavoratori.
Le domande che pongo, che mi sono state poste da alcuni cittadini che abitano nella zona, è che la modifica del percorso è stata giustificata dall’esecuzione di lavori, non si sa bene se del teleriscaldamento o di chissà quali altri lavori, che però non hanno mai visto inizio questi lavori.
C’è un unico avviso ormai esistente, che è quello di Via Brodolini, che io ho visionato di persona e in questo avviso si parla di modifica provvisoria dal 12 settembre per quattro mesi. Non si capisce bene a quale anno si riferisca, fatto sta, comunque, che le fermate sono state soppresse in quella zona per essere spostate più avanti.
Alcuni cittadini sono veramente arrabbiati e qualcuno vorrebbe avviare una raccolta di firma, ma questo non è il problema. Credo, credo che l’Assessore mi darà una risposta in merito, nel senso che vorrei sapere se effettivamente queste fermate sono state soppresse provvisoriamente, oppure è una modifica definitiva, quali sono state le motivazioni, se ci sono state e come si intende rispondere a quella parte di cittadini che, abitando nella zona adiacente a Via Brodolini e a Via dei Lavoratori, hanno senz’altro subito tra virgolette un danno per gli spostamenti.

RISPOSTA DELL’ASSESSORE VERONESE

Per quanto concerne, invece, le fermate che sono state traslate dalla Via dei Lavoratori alla Via Pacinotti, queste sono fermate della 712, nello specifico il Consigliere Martino mi aveva già evidenziato questa problematica, poi ho tardato io a darle una risposta e di questo me ne scuso, comunque rispondo ben volentieri a microfono e sono delle fermate che sono state traslate per andare in contro alle esigenze della popolazione che risiede in Casignolo, per il semplice motivo che durante il periodo dei lavori, nella zona della Statale 36, sono venute meno le disposizioni ministeriali circa le fermate esistenti sul viale per quanto riguarda la Z222.
Noi ci siamo mossi sia con la Provincia di Monza, sia con la Provincia di Milano, sia con il Comune di Monza per cercare di ripristinare, perlomeno in assetto emergenziale, le fermate che garantivano un servizio indispensabile per i cittadini di Casignolo e di Robecco, ciò nonostante abbiamo trovato un po’ un muro di gomma da un punto di vista amministrativo, burocratico, istituzionale, politico e via dicendo, tale per cui non si è riusciti neanche in questa situazione del tutto eccezionale, a ritagliare delle fermate che potessero anche non essere pienamente ottemperanti ai dispositivi di legge, perché comunque si andava in fase di cantiere a richiedere di fare delle fermate che, fossero anche più strette, magari più corte, per far sì che comunque potesse essere garantito il servizio.
A fronte di un diniego da parte di più parti, scusate il gioco di parole, abbiamo pensato di utilizzare la 712, avvicinandola quanto più possibile al quartiere disagiato per garantire comunque una possibilità di raggiungere la stazione di Sesto con il mezzo pubblico.
È vero che, il quartiere, soprattutto quello della Via Casignolo, ma anche Robecco è relativamente distante dalla 712, ancorché traslata verso la Via Pacinotti, però è vero che è stato accorciato di circa un 200 metri il transito pedonale per poterla raggiungere, quindi questa modifica sarà in vigore, fin tanto che non verranno ripristinate le fermate della Z222, che dovrebbe essere per maggio dell’anno prossimo venturo.

La seconda interrogazione, riguarda un pochino la famosa Via Brodolini, mi spiace che non sia presente il Consigliere Scaffidi, che sempre si occupa di Via Brodolini, però in Via Brodolini, in Via dei Lavoratori sono state soppresse tre fermate del Bus 712 da un bel po’ di tempo, alcuni cittadini parlano di due, tre anni.
Nella fermata di Via Brodolini, davanti al residence, c’è un avviso ATM con la seguente informazione: “Modifica percorso dal 12 settembre per quattro mesi”, le fermate, sono tre, sono state spostate in Via Pacinotti e nella parte finale di Via dei Lavoratori.
Le domande che pongo, che mi sono state poste da alcuni cittadini che abitano nella zona, è che la modifica del percorso è stata giustificata dall’esecuzione di lavori, non si sa bene se del teleriscaldamento o di chissà quali altri lavori, che però non hanno mai visto inizio questi lavori.
C’è un unico avviso ormai esistente, che è quello di Via Brodolini, che io ho visionato di persona e in questo avviso si parla di modifica provvisoria dal 12 settembre per quattro mesi. Non si capisce bene a quale anno si riferisca, fatto sta, comunque, che le fermate sono state soppresse in quella zona per essere spostate più avanti.
Alcuni cittadini sono veramente arrabbiati e qualcuno vorrebbe avviare una raccolta di firma, ma questo non è il problema. Credo, credo che l’Assessore mi darà una risposta in merito, nel senso che vorrei sapere se effettivamente queste fermate sono state soppresse provvisoriamente, oppure è una modifica definitiva, quali sono state le motivazioni, se ci sono state e come si intende rispondere a quella parte di cittadini che, abitando nella zona adiacente a Via Brodolini e a Via dei Lavoratori, hanno senz’altro subito tra virgolette un danno per gli spostamenti.

RISPOSTA DELL’ASSESSORE VERONESE

Per quanto concerne, invece, le fermate che sono state traslate dalla Via dei Lavoratori alla Via Pacinotti, queste sono fermate della 712, nello specifico il Consigliere Martino mi aveva già evidenziato questa problematica, poi ho tardato io a darle una risposta e di questo me ne scuso, comunque rispondo ben volentieri a microfono e sono delle fermate che sono state traslate per andare in contro alle esigenze della popolazione che risiede in Casignolo, per il semplice motivo che durante il periodo dei lavori, nella zona della Statale 36, sono venute meno le disposizioni ministeriali circa le fermate esistenti sul viale per quanto riguarda la Z222.
Noi ci siamo mossi sia con la Provincia di Monza, sia con la Provincia di Milano, sia con il Comune di Monza per cercare di ripristinare, perlomeno in assetto emergenziale, le fermate che garantivano un servizio indispensabile per i cittadini di Casignolo e di Robecco, ciò nonostante abbiamo trovato un po’ un muro di gomma da un punto di vista amministrativo, burocratico, istituzionale, politico e via dicendo, tale per cui non si è riusciti neanche in questa situazione del tutto eccezionale, a ritagliare delle fermate che potessero anche non essere pienamente ottemperanti ai dispositivi di legge, perché comunque si andava in fase di cantiere a richiedere di fare delle fermate che, fossero anche più strette, magari più corte, per far sì che comunque potesse essere garantito il servizio.
A fronte di un diniego da parte di più parti, scusate il gioco di parole, abbiamo pensato di utilizzare la 712, avvicinandola quanto più possibile al quartiere disagiato per garantire comunque una possibilità di raggiungere la stazione di Sesto con il mezzo pubblico.
È vero che, il quartiere, soprattutto quello della Via Casignolo, ma anche Robecco è relativamente distante dalla 712, ancorché traslata verso la Via Pacinotti, però è vero che è stato accorciato di circa un 200 metri il transito pedonale per poterla raggiungere, quindi questa modifica sarà in vigore, fin tanto che non verranno ripristinate le fermate della Z222, che dovrebbe essere per maggio dell’anno prossimo venturo.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022