Gli Atti Amministrativi > Ordinanze del Sindaco

Nuove ordinanze sul decoro e la sicurezza urbana

Il Sindaco Daniela Gasparini in questi giorni ha firmato due nuove ordinanze che hanno come tema il decoro e la sicurezza urbana.

Con l’Ordinanza n. 436 del 29/07/2009

IL SINDACO


ORDINA

"Tutti gli spazi del territorio comunale devovo essere fruiti con modalità tali da rispettare il decoro e la sicurezza delle persone e in particolare è vietato:

1) gettare o abbandonare carte, bottiglie o recipienti vuoti di bevande di qualsiasi genere o comunque resti di cibo o liquidi al di fuori degli appositi contenitori;

2) deturpare ed imbrattare con disegni, scritte e simili facciate di edifici, monumenti e la pavimentazione stradale;

3) consumare bevande recipienti di vetro su tutte le aree di uso pubblico dalle ore 20.00 alle ore 06.00

Fermo restando le applicazioni di eventuali sanzioni penali, la violazione della presente ordinanza comporta la sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 a € 75,00 con facoltà per il trasgressore di estinguere l’illecito mediante il pagamento in misura ridotta pari a € 25,00; è fatto obbligo il ripristino dei luoghi rimuovendo ogni rifiuto e la cessazione di qualsivoglia attività posta in essere in divieto ai sopraindicati precetti. L’inosservanza dell’ordine verrà perseguita a norma dell’art. 650 C.P. con aggravio di spese a carico trasgressori inadempienti."

PDF - 119 Kb
Ordinanza n. 436

Testo completo dell’ordinanza


Con l’Ordinanza n. 435 del 29/07/2009

IL SINDACO


ORDINA

"Sul territorio comunale è vietato a chiunque:

a) contrattare o concordare prestazioni sessuali a pagamento;

b) intrattenersi anche per chiedere solo informazioni, sia a bordo di veicoli che a piedi, con soggetti che esercitano l’attività di prostituzione su strada che per l’atteggiamento e per l’abbigliamento, ovvero anche per le modalità comportamentali, manifestino comunque palesemente l’intenzione di esercitare l’attività di meretricio.

La violazione della presente ordinanza comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da € 150,00 a € 450,00 con facoltà per il trasgressore di estinguere l’illecito mediante il pagamento in misura ridotta di € 150, fatte salve l’applicazione delle sanzioni penali previste da leggi e regolamenti.
Resta salva la possibilità per gli organi accertatori di procedere al sequestro cautelare delle cose che servirono o furono destinate a commettere la violazione o che ne sono il prodotto, ai sensi dell’articolo 13 della legge 24 novembre 1981, n. 689."

PDF - 118.3 Kb
Ordinanza n. 435

Testo completo dell’ordinanza

Il Sindaco Daniela Gasparini in questi giorni ha firmato due nuove ordinanze che hanno come tema il decoro e la sicurezza urbana.

Con l’Ordinanza n. 436 del 29/07/2009

IL SINDACO


ORDINA

"Tutti gli spazi del territorio comunale devovo essere fruiti con modalità tali da rispettare il decoro e la sicurezza delle persone e in particolare è vietato:

1) gettare o abbandonare carte, bottiglie o recipienti vuoti di bevande di qualsiasi genere o comunque resti di cibo o liquidi al di fuori degli appositi contenitori;

2) deturpare ed imbrattare con disegni, scritte e simili facciate di edifici, monumenti e la pavimentazione stradale;

3) consumare bevande recipienti di vetro su tutte le aree di uso pubblico dalle ore 20.00 alle ore 06.00

Fermo restando le applicazioni di eventuali sanzioni penali, la violazione della presente ordinanza comporta la sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 a € 75,00 con facoltà per il trasgressore di estinguere l’illecito mediante il pagamento in misura ridotta pari a € 25,00; è fatto obbligo il ripristino dei luoghi rimuovendo ogni rifiuto e la cessazione di qualsivoglia attività posta in essere in divieto ai sopraindicati precetti. L’inosservanza dell’ordine verrà perseguita a norma dell’art. 650 C.P. con aggravio di spese a carico trasgressori inadempienti."

PDF - 119 Kb
Ordinanza n. 436

Testo completo dell’ordinanza


Con l’Ordinanza n. 435 del 29/07/2009

IL SINDACO


ORDINA

"Sul territorio comunale è vietato a chiunque:

a) contrattare o concordare prestazioni sessuali a pagamento;

b) intrattenersi anche per chiedere solo informazioni, sia a bordo di veicoli che a piedi, con soggetti che esercitano l’attività di prostituzione su strada che per l’atteggiamento e per l’abbigliamento, ovvero anche per le modalità comportamentali, manifestino comunque palesemente l’intenzione di esercitare l’attività di meretricio.

La violazione della presente ordinanza comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da € 150,00 a € 450,00 con facoltà per il trasgressore di estinguere l’illecito mediante il pagamento in misura ridotta di € 150, fatte salve l’applicazione delle sanzioni penali previste da leggi e regolamenti.
Resta salva la possibilità per gli organi accertatori di procedere al sequestro cautelare delle cose che servirono o furono destinate a commettere la violazione o che ne sono il prodotto, ai sensi dell’articolo 13 della legge 24 novembre 1981, n. 689."

PDF - 118.3 Kb
Ordinanza n. 435

Testo completo dell’ordinanza

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022