Contro la violenza sulle donne

Ministero dell’Interno anno 2014

E’ del giugno 2015 il nuovo rapporto del Ministero dell’Interno relativo alla violenza contro le donne dentro e fuori la famiglia (rif. anno 2014).

Dai dati presentati risulta in calo sia la violenza fisica che quella sessuale (soprattutto da partner ed ex partner), che denota una maggiore capacità delle donne di uscire da situazioni violente.

Aumentano anche i numeri delle denunce e l’utilizzo dei servizi specialistici (sportelli e centri antiviolenza).

Tuttavia, soltanto il 35.4% delle donne che hanno subito violenza ha ritenuto di essere vittima di reato e non di un fatto non perseguibile come reato.

Le conseguenze delle violenze subite portano molto spesso nelel donne problemi di ansia, attacchi di panico, depressione, disturbi del sonno e dell’alimentazione, difficoltà di concentrazione, ecc.

Sempre più i casi di figli coinvolti negli episodi di violenza (25% dei casi contro 15.9% del 2006).

Rispetto alla nazionalità di appartenenza, c’è una sostanziale parità tra donne italiane e straniere rispetto alla violenza fisica e sessuale (con numeri più alti delle donne straniere rispetto alla violenza fisica).

Si allega rapporto completo della rilevazione ministeriale.

PDF - 835.5 Kb
Ministero dell’Interno - anno 2014


Il sito web del Comune di Cinisello Balsamo è iscritto nel registro dei periodici (n. 2022) del Tribunale di Monza